[TheChamp-Sharing]
[TheChamp-Sharing count="1"]

pubblicato: lunedì, 15 ottobre, 2018

articolo scritto da:

Poste Italiane: buoni fruttiferi ordinari, interessi e rendimento tassi

Poste Italiane buoni fruttiferi ordinari interessi e rendimento tassi

Poste Italiane: buoni fruttiferi ordinari, interessi e rendimento tassi

Rendimento buoni fruttiferi ordinari e tasso interesse di Poste Italiane


Cosa sono i buoni fruttiferi ordinari ? Di seguito alcune informazioni per chi è interessato anche a investimenti di somme modeste. Intanto ricordiamo che i buoni fruttiferi postali sono titoli, collocati in esclusiva da Poste Italiane, con un investimento a basso rischio poiché garantiti dallo Stato. I buoni fruttiferi sono emessi da Cassa Depositi e Prestiti ovvero dalla società controllata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Poste Italiane, informazioni sui buoni fruttiferi ordinari

I buoni fruttiferi postali sono uno strumento utilizzato dal 1925. Rappresentano un investimento a lungo termine. Possono essere liquidati in qualsiasi momento, comprensivi di interessi. Il capitale investito può essere in effetti ritirato in ogni momento al netto delle ritenute fiscali; applicate a qualsiasi strumento finanziario. Invece per incassare gli interessi è necessario che sia trascorso almeno un anno dagli investimenti. La scadenza dei buoni fruttiferi è di 20 anni per quelli emessi dal 21 dicembre 2000 in poi. Mentre prima la loro scadenza era di 30 anni. Si caratterizzano per un rendimento basso, ma con tasso crescente.

Poste Italiane, buoni fruttiferi ordinari – i vantaggi

I titoli possono essere sottoscritti e rimborsati in qualsiasi ufficio postale. Quali sono i vantaggi dei buoni fruttiferi ordinari? Sottoscrivere i titoli non comporta commissioni o spese, al netto della ritenuta fiscale pari al 12,50% degli interessi maturati. In più è sempre garantito il rimborso di capitale ed interessi.

L’imposta di bollo si applica solo agli investimenti superiori a 5.000 euro. Si possono sottoscrivere buoni fruttiferi postali per un minimo di 50 euro e per un massimo di 1.000.000 di euro al giorno.

Poste Italiane, interessi rimborso e prescrizione buoni fruttiferi ordinari

Per quanto concerne il valore di rimborso, Poste Italiane informa i clienti che prima del compimento del primo anno, esso sarà pari al valore nominale sottoscritto al netto di eventuali oneri fiscali. Il tasso di interesse è, come detto, variabile e crescente. Di seguito il rendimento effettivo annuo lordo alla fine di ciascun periodo di possesso. Dopo 1 anno – tasso dello 0,25%; fine 2° anno – tasso dello 0,25%, a fine 5° anno – tasso dello 0,65%; e fine 10° anno – tasso dell’ 1,37%; per fine 15° anno – tasso del 2,14%; fine 20° anno – tasso del 2,85%.

In caso di sottoscrizione del titolo in forma cartacea, il rimborso avviene per l’intero valore in un’unica soluzione, in qualsiasi momento della vita del buono e senza costi aggiuntivi. Mentre in caso di sottoscrizione del titolo in forma dematerializzata è possibile richiedere il rimborso per l’intero valore in un’unica soluzione oppure parzialmente per importi pari a 50 euro e multipli, senza costi aggiuntivi e in qualsiasi momento della vita del buono.

Infine dal giorno successivo alla scadenza, i buoni fruttiferi postali diventano infruttiferi e, trascorsi 10 anni, si prescrivono.

Poste Italiane, simulazione interessi buoni fruttiferi ordinari

Di seguito una simulazione degli interessi. Con un investimento pari a 10.000,00 euro sottoscritto in data 28/09/2018 e con data rimborso 28/09/2018 ecco il risultato degli interessi maturati.

Poste Italiane buoni fruttiferi ordinari interessi e rendimento tassi simulazione ok

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da: