pubblicato: sabato, 20 ottobre, 2018

articolo scritto da:

Pensioni opzione donna 2019: requisiti e beneficiari verso la proroga

Pensioni opzione donna 2019 requisiti e beneficiari verso la proroga

Pensioni opzione donna 2019: requisiti e beneficiari verso la proroga

Proroga Opzione donna al via, tutti i requisiti


Cosa deciderà il Governo in tema di pensioni? Al momento è quasi certa l’introduzione di Quota 100. In più si parla della proroga della cosiddetta opzione donna e della volontà di bloccare l’avanzamento di 5 mesi dell’aspettativa di vita. Meno probabile appare al momento l’applicazione della cosiddetta ‘Quota 41’. Ma andiamo con ordine. Per avere l’ufficialità delle misure bisognerà attendere la manovra o un apposito decreto. Mentre è di pochi giorni fa l’approvazione della nota di aggiornamento al DEF. Sono state stilate le priorità dell’agenda di Governo che danno seguito al programma del Governo del cambiamento. E di sicuro il tema previdenziale rientrerà tra i principali punti che l’esecutivo intende affrontare a breve.

Pensioni opzione donna 2019, questione costi e coperture economiche

La manovra complessivamente dovrebbe avere un impatto economico di circa 40 miliardi di euro. Secondo le stime che circolano per le misure relative alle pensioni servirebbero circa 7-8 miliardi di euro. Una cifra considerata al netto dell’introduzione della cosiddetta pensione di cittadinanza. Infatti la misura che porterebbe all’aumento delle pensioni minime è da considerare a parte.

A proposito di risorse da recuperare Luigi Di Maio ha più volte fatto riferimento ad un apposito gruppo di lavoro. Lo stesso avrà il compito di elaborare un piano di tagli necessari all’approvazione della prossima manovra. L’obiettivo è di recuperare almeno 3-4 miliardi di euro, oltre ai tagli già considerati, che dovranno andare a regime entro un anno.

LO SPECIALE SULLE PENSIONI A QUESTO LINK

Pensioni opzione donna 2019, requisiti e beneficiari

Pensioni opzione donna 2019: dicevamo di una proroga molto probabile. Si attende prima di tutto la certezza e di conseguenza i dettagli della misura. Requisiti e beneficiari? Dovrebbe essere possibile fare richiesta con 35 anni di contributi a 57 e 7 mesi di età in caso di lavoratrici dipendenti e 58 e 7 mesi per le lavoratrici autonome. Secondo quanto si apprende la proroga potrebbe anche comportare alcune modifiche. Quali? Dovrebbe essere possibile raggiungere i requisiti contributivi e anagrafici fino al 31 dicembre 2019. Si ipotizza inoltre che la versione definitiva della misura preveda una quota contributiva di almeno di 36-37 anni.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

La mano scorticata

articolo scritto da: