pubblicato sabato, 19 Gennaio 2019

articolo scritto da

Reddito di cittadinanza e Isee 2019: come aggirare i controlli sul conto

Reddito di cittadinanza Martina attacca e Giorgetti chiede altro, salta tutto
Reddito di cittadinanza e Isee 2019: come aggirare i controlli sul conto

Reddito di cittadinanza, Isee e conto corrente: i trucchi


Il reddito di cittadinanza non è ancora realtà e già in molti hanno evidenziato come sia possibile aggirare i meccanismi di controllo previsti, ovvero usarlo per scopi diversi da quelli per cui è stato pensato o, addirittura, percepirlo anche senza averne diritto.


Per esempio, ponendo che l’ importo – utilizzabile solo per alcuni tipi di acquisti (cibo, farmaci, beni di prima necessità in generale) – sia caricato sulla tessera sanitaria, o qualsiasi altra carta munita di chip, si potrebbe fare la spesa presso qualsiasi supermercato per qualcun altro e poi farsi restituire il corrispettivo in contanti. Tuttavia, caso ancora più grave, alcuni contribuenti potrebbero truccare il proprio Isee per risultare all’ interno della platea degli aventi diritto.

Reddito di cittadinanza: il trucco della ricaricabile

È stato un recente servizio di DiMartedì, trasmissione di La7, a evidenziare una serie di “ trucchi”. Il primo, in pratica, riguarda l’ attestazione della condizione reddituale, altrimenti detta Isee. Per attuarlo basta utilizzare una carta senza codice Iban, insomma, una ricaricabile senza coordinate bancarie. L’ Agenzia delle Entrate non può condurre controlli rispetto a queste ultime poiché  – a differenza delle carte di credito, collegate a un conto corrente – non bisogna riferire dei dati approfonditi (tra questi, la giacenza media, per esempio). Infatti, per quanto riguarda le ricaricabili, nell’Isee basterà indicare il saldo al 31 dicembre dell’ anno in corso. Se si vuole risultare nullatenenti, basta ritirare tutto o buona parte del denaro presente sulla carta, compilare l’Isee, infine, ricaricare la carta successivamente.

Reddito di cittadinanza: il trucco del conto online

Altro trucco per abbassare l’Isee: trasferire i soldi sui conti online utilizzati prettamente come tramite di pagamento (Paypal è uno di questi); anche per questi il Fisco non conduce particolari controlli proprio perché categorizzati soltanto come “ strumenti di pagamento”. In teoria, sono solo strumenti tramite cui fare acquisti, certo, ma, in effetti, danno anche la possibilità di depositare il denaro come un comune conto corrente.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: