pubblicato: mercoledì, 12 Dic, 2018

articolo scritto da:

Conto corrente e carte Intesa Sanpaolo: cambio Iban a novembre

conto corrente

Conto corrente e carte Intesa Sanpaolo: cambio Iban a novembre

Cambio Iban Intesa Sanpaolo, chi deve farlo


La fusione tra Banco di Napoli e Intesa San Paolo diventerà definitiva a partire dal prossimo 26 novembre; quali saranno le conseguenze per i circa 2 milioni di correntisti dell’ istituto di credito partenopeo?

Conto corrente: cambia l’ Iban?

Non cambierà niente o quasi per i correntisti del Banco di Napoli; infatti, la fusione non comporterà alcuna modifica a livello di condizioni contrattuali. Anche i servizi rimarranno gli stessi – senza costi o aumenti – e si potrà contare ancora sulle 620 filiali sparse per tutto il meridione.
Detto ciò, cambiando il codice ABI – cioè il codice che identifica la banca a cui appartiene il conto corrente – cambierà anche l’ Iban del proprio conto. Tuttavia, dal Banco di Napoli si assicura che addebiti e accrediti avverranno in automatico sul nuovo conto per un altro anno, per essere precisi, fino al 25 novembre 2019. Stessa cosa per quanto riguarda affidamenti e mutui si sono premurati di sottolineare sempre dall’ istituto.

Conto corrente: comunicazione a Inps e NoiPa

Anche se si può stare tranquilli rispetto all’ operazione, è bene segnalare che, con il cambio del codice Iban, molti correntisti avranno comunque la necessità di comunicare le nuove coordinate bancarie all’ Inps o, in caso di dipendenti pubblici, all’ amministrazione di cui si è dipendenti.
D’ altra parte, non si tratta di una procedura complicata. I pensionati dovranno inoltrare esclusivamente attraverso il portale online dell’ ente previdenziale il modulo Ap03 compilato in ogni sua parte. Invece, chi percepisce l’ indennità di disoccupazione (Naspi) o altre prestazioni Inps dovrà inoltrare – tramite PEC o mail semplice oppure recandosi allo sportello competente per territorio – il modulo Sr163 compilato in ogni sua parte e allegando copia di un documento di identità in corso di validità. Per quanto riguarda i dipendenti pubblici poi, basterà accedere alla piattaforma NoiPa inserendo le proprie credenziali, quindi, modificare i dati dalla sezione “ modalità di riscossione”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: