articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Economia Europa, dove i disoccupati trovano più lavoro – infografiche

Economia Europa
Economia Europa, dove i disoccupati trovano più lavoro – infografiche

Nell’infografica di questa settimana ci occupiamo della transizione tra disoccupazione e lavoro in Europa negli ultimi anni.

Eurostat rende noto quanti tra i disoccupati ogni trimestre rimangono tali, quanti diventano occupati, quanti vanno tra gli inattivi.

Nel secondo trimestre del 2018 l’Italia è tra i Paesi in cui meno persone sono passate dalla disoccupazione all’occupazione, solo il 18,5% dei senza lavoro. Nei Paesi Bassi sono stati il 30,1%, in Finlandia il 33%, in Danimarca ben il 42,5%. A fare peggio del nostro Paese invece la Grecia, la Romania, la Bulgaria, la Slovacchia.

Le cose tuttavia sono cambiate rispetto al passato, nonostante tutto il dato dell’ultimo trimestre è stato il migliore da tantissimo tempo. Nel trimestre precedente si era all’11,8%, un po’ come negli anni peggiori della crisi, quando solo poco più del 10% dei disoccupati trovava lavoro. Quando altrove, come nella solita Danimarca, si saliva sopra il 30%, segno di un mercato molto più dinamico.

Economia Europa, un terzo dei disoccupati smette di cercare in Italia – infografiche

Meno della metà dei disoccupati italiani sono rimasti però tali nell’ultimo trimestre. Quasi ovunque più del 50%, fino al 87,1% in Grecia, continuano a rimanere nello stato di disoccupazione.

Dove vanno quindi gli italiani senza lavoro? Tra gli inattivi. Ben il 33,2% di loro smette  di cercare un posto. Sono molti meno altrove, il 15,8% in Spagna, il 18,7% in Francia, il 14,4% nel Regno Unito.

E un tempo era anche peggio, si superava quasi sempre, nel caso italiano, il 35%.

Certamente c’entra anche il fatto che altrove i sussidi di disoccupazione sono più generosi, anche per chi un lavoro non l’ha mai avuto. Ma c’è un problema strutturale che riguarda l’Italia, le donne e i giovani in particolare. Siamo il Paese con il tasso d’occupazione minore e la proporzione maggiore di chi non lavora, non cerca un impiego e magari non studia neanche. Chiaramente con enormi differenze tra Nord e Sud del Paese

Economia Europa

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: giovedì, 6 Dicembre 2018