pubblicato: lunedì, 10 Dic, 2018

articolo scritto da:

Detrazioni fiscali e bonus ristrutturazioni 2019: domanda online – Guida

Detrazioni fiscali bonus ristrutturazioni 2019

Detrazioni fiscali e bonus ristrutturazioni 2019: domanda online – Guida

Guida ristrutturazioni 2019 e detrazioni fiscali


Dal 21 novembre 2018 è possibile fare domanda online per usufruire delle detrazioni fiscali al 50% sui lavori e gli interventi effettuati ai fini di ottimizzare il risparmio energetico. La tipologia di lavori riguarda tutti quegli interventi edilizi e tecnologici che abbiano come scopo finale il risparmio energetico oppure l’uso delle fonti rinnovabili energetiche. Tali interventi dovranno essere stati effettuati a partire dall’anno 2018. Per effettuare la dichiarazione e compilare i dati per la domanda bisognerà recarsi sul sito apposito ristrutturazioni2018.enea.it.

Detrazioni fiscali 50% risparmio energetico: domanda online, come fare

L’Enea ha pubblicato un’apposita guida rapida per la trasmissione dei dati relativi agli interventi edilizi e tecnologici che accedono alle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia. La guida informativa è divisa in capitoli per orientare i soggetti interessati alla domanda online senza preoccupazioni di sorta. Capitoli che adesso andremo a riassumere voce per voce.

Detrazioni fiscali e bonus ristrutturazione: gli interventi ammessi

La guida riepiloga in una tabella gli interventi edilizi e tecnologici per i quali risulta obbligatoria la trasmissione dei dati all’Enea. Andiamo quindi a riproporla di seguito.

Componenti e tecnologie Tipologia di intervento
Strutture edilizie Riduzione della trasmittanza:

·        delle pareti verticali delimitanti gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno;

·        delle strutture opache orizzontali e inclinate (coperture) che delimitano gli ambienti riscaldati dall’estero e dai vani freddi;

·        termica dei Pavimenti che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno.

 

Infissi Riduzione della trasmittanza dei serramenti comprensivi di infissi delimitanti gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi.
Impianti tecnologici Installazione di collettori solari (solare termico) per la produzione di acqua calda sanitaria e/o il riscaldamento degli ambienti;

Sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione per il riscaldamento degli ambienti (con o senza produzione di acqua calda sanitaria) o per la sola produzione di acqua calda per una pluralità di utenze ed eventuale adeguamento dell’impianto;

Sostituzione di generatori con generatori di calore ad aria a condensazione ed eventuale adeguamento dell’impianto;

Pompe di calore per climatizzazione degli ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto;

Sistemi ibridi (caldaia a condensazione e pompa di calore) ed eventuale adeguamento dell’impianto);

Microgeneratori (Pe<50kWe);

Scaldacqua a pompa di calore;

Generatori di calore a biomassa;

Installazione:

·        di sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati per una pluralità di utenze;

·        sistemi di termoregolazione e building automation;

·        Impianti fotovoltaici.

Elettrodomestici (solo se collegati a un intervento di recupero del patrimonio edilizio iniziato a decorrere dal 1° gennaio 2017) Classe energetica A+ fatta eccezione per i forni la cui classe minima è la A Forni;

Frigoriferi;

Lavastoviglie;

Piani cottura elettrici;

Lavasciuga;

Lavatrici.

Per ulteriori informazioni riguardo agli interventi ammessi rimandiamo alla seguente guida legata alle ristrutturazioni edilizie e relative agevolazioni 2018.

Detrazioni fiscali ristrutturazione edilizia: le scadenze

Come scritto nella guida, i dati dovranno essere trasmessi entro 90 giorni a partire dalla data in cui sono stati ultimati il lavoro o il collaudo. Tuttavia, fanno eccezione gli interventi i cui lavoro sono finiti tra il 1° gennaio 2018 e il 21 novembre 2018 (quest’ultima è la data in cui è stato aperto il sito). Per questo tipo di interventi, infatti, il termine dei 90 giorni parte dal 21 novembre 2018.

Detrazioni fiscali: come inviare i dati

Infine, l’Enea articola la trasmissione dei dati riguardanti gli interventi realizzati in 5 fasi. Andiamo ad articolarle.

Registrazione degli utenti

Chi è già registrato al portale relativamente agli interventi di riqualificazione energetica potrà usare le stesse credenziali. Chi invece deve ancora effettuare la registrazione sarà tenuto a inserire i seguenti dati:

  • Nome e cognome;
  • Indirizzo e-mail (da ripetere);
  • Password (da ripetere);
  • Codice di sicurezza (bisognerà copiare il codice che si vede).

L’indirizzo e-mail sarà usato come identificativo dell’utente e servirà per ricevere tutte le comunicazioni inerenti. In ogni caso non va inserito un indirizzo PEC.

Inserimento dati del beneficiario

Dopo l’inserimento dei primi dati bisognerà immetterne altri relativi al beneficiario. E in particolare bisognerà inserire le seguenti informazioni richieste.

  • Nome e cognome del beneficiario;
  • Sesso;
  • Luogo di nascita;
  • Residenza;
  • Codice fiscale;
  • Contatti (telefono).

Si consiglia di salvare sempre alla fine di ogni operazione.

Inserimento dati immobile

Il passo seguente consiste nell’inserire i dati dell’immobile.

  • Ubicazione dell’Immobile:
    • Regione;
    • Provincia;
    • Comune;
    • Indirizzo;
    • Civico;
    • Scala;
    • Interno;
    • CAP;
  • Dati catastali:
    • Codice catastale del Comune;
    • Foglio;
    • Mappale;
    • Subalterno;
  • Superficie utile (calpestabile);
  • Titolo di possesso:
    • Proprietario o comproprietario;
    • Detentore o co-detentore;
    • Familiare convivente con il possessore o con il detentore;
    • Condominio;
  • Numero unità immobiliari che compongono edificio:
    • Numero di unità immobiliari oggetto dell’intervento;
  • Anno di costruzione;
  • Destinazione d’uso: residenziale;
  • Tipologia edilizia:
    • Edifici in linea e condominio oltre i tre piani fuori terra;
    • Edificio a schiera e condominio fino a tre piani;
    • Costruzione isolata (mono e plurifamiliare);
    • Edificio industriale, artigianale e commerciale;
    • Altro;
  • L’immobile nella situazione prima dell’intervento è dotato di:
    • Impianto di riscaldamento;
    • Impianto di condizionamento.

Legge 104: raddoppio agevolazioni fiscali 2019

Scheda descrittiva degli interventi

Qui ci troviamo di fronte a un unico modello che includerà tutti gli eventi previsti. Le parti non sono tutte da compilare: andranno infatti compilate solo quelle d’interesse dell’utente. Nella guida si precisa che “per la completa caratterizzazione dell’intervento, ai fini delle elaborazioni statistiche, è auspicabile la compilazione di tutti i campi”. Restano comunque obbligatori i campi evidenziati.

Trasmissione

L’ultima fase è quella della trasmissione dei dati, che dovrà avvenire una volta terminata la compilazione. La trasmissione dei dati s’intende completata quando sarà stampato l’intero modello comprensivo di data di trasmissione e codice identificativo di avvenuta trasmissione. Il documento resterà nell’area personale, dalla quale l’utente potrà accedere per consultare e stampare il documento in qualsiasi momento.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: