pubblicato sabato, 19 Gennaio 2019

articolo scritto da

Libretto postale di Poste Italiane: obbligo estinzione a dicembre, per chi

Libretto postale di Poste Italiane obbligo estinzione
Libretto postale di Poste Italiane: obbligo estinzione a dicembre, per chi

Libretto postale al portatore in estinzione a fine 2018


Il libretto postale di Poste Italiane così come quello bancario non nominativi andranno estinti entro il 31 dicembre 2019. Il promemoria arriva da un comunicato del Ministero dell’Economia e delle Finanze. L’estinzione dei libretti postali e bancari non nominativi avverrà in linea con le norme antiriciclaggio. Il termine ultimo per estinguere tali libretti al portatore cadrà lunedì 31 dicembre 2018.


Libretto postale non nominativo: norme antiriciclaggio, cosa dice la legge

Per l’obbligo di estinzione si deve far riferimento al Decreto Legislativo n. 231/2007. Qui, all’articolo 49, il cui comma 12 è stato rinnovato dal Decreto Legislativo n. 90/2017 (articolo 3), si legge quanto segue. “A decorrere dall’entrata in vigore della presente disposizione è ammessa esclusivamente l’emissione di libretti di deposito, bancari o postali, nominativi ed è vietato il trasferimento di libretti di deposito bancari o postali al portatore che, ove esistenti, sono estinti dal portatore entro il 31 dicembre 2018”.

Conto corrente bancario e Poste Italiane: controlli della Finanza da gennaio

Libretto postale di Poste Italiane va estinto: il comunicato

Con il comunicato stampa n. 187/2018 il Mef ha ricordato la normativa riguardo l’estinzione dei libretti postali e bancari al portatore nell’attuazione delle misure antiriciclaggio. Infatti, già a partire dal 4 luglio 2017, Poste Italiane e le banche devono emettere solo ed esclusivamente libretti di deposito nominativi. Inoltre, sempre da questa data, i libretti bancari o postali al portatore non possono essere più trasferiti da un portatore a un altro.

Chi attualmente è in possesso di un libretto postale al portatore dovrà presentarsi allo sportello di Poste Italiane (o della banca se si tratta di libretto bancario) che ha emesso il libretto entro e non oltre il 31 dicembre 2018. Le modalità di estinzione sono 3:

  • Conversione del libretto al portatore in libretto di risparmio nominativo;
  • Trasferimento dell’importo complessivo del saldo del libretto su un conto corrente o altro strumento di risparmio nominativo;
  • Richiedere la liquidazione del saldo del libretto in contanti.

Concludendo, il rispetto del termine sopra riportato è molto importante. Qualora ci si recasse negli uffici postali o bancari dopo il 31 dicembre 2018, i libretti al portatore risulterebbero inutilizzabili e né Poste né la banca potrebbe operare movimentazioni relativi al libretto. Inoltre, “fermo restando l’obbligo di liquidazione del saldo del libretto a favore del portatore, saranno obbligate a effettuare una comunicazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze, che applicherà al portatore ‘fuori tempo massimo’ una sanzione amministrativa da 250 a 500 euro”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: