pubblicato: lunedì, 10 Dic, 2018

articolo scritto da:

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e prestito per TFR-TFS, l’importo

Pensioni ultime notizie Quota 100 e prestito per TFR-TFS, l'importo

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e prestito per TFR-TFS, l’importo

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e prestito per TFR-TFS, l’ importo

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e prestito per TFR-TFS, l’ importo

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e prestito per TFR-TFS, l’ importo

Prestito per TFR e TFS, la Quota 100 2019


Pensioni ultime notizie: il Governo continua a lavorare per limare e definire le misure previdenziali di prossima applicazione. Da quanto filtra pare ci siano ancora aspetti su cui contrastano le opinioni dei tecnici e la volontà politica del Governo. Certamente i tempi stringono e moltissimi lavoratori non vedono l’ ora di sapere se e quando potranno andare in pensione. Quota 100, secondo quanto anticipato dagli esponenti dell’ esecutivo, nel 2019 darà la possibilità di andare in pensione a coloro che avranno raggiunto i due requisiti di base. Ovvero il compimento dei 62 anni di età e 38 anni di contributi versati.

Pensioni ultime notizie, ipotesi Quota 100: anticipo bancario del trattamento di fine servizio

Uno degli aspetti su cui, secondo le indiscrezioni pubblicate dal Sole 24 Ore, si starebbe concentrando ora l’ attenzione è relativo al pagamento del trattamento di fine servizio e di fine rapporto. Perché? L’ uscita dal mondo del lavoro di centinaia di migliaia di persone si tradurrebbe in una spesa molto alta. Ciò metterebbe in serie difficoltà le casse dello Stato: c’è addirittura chi parla di una cifra intorno ai 4 miliardi di euro. Perciò si fa strada l’ ipotesi del possibile anticipo bancario del trattamento di fine servizio (o fine rapporto) con il rimborso degli interessi a carico dello Stato.

Pensioni ultime notizie, su tempi e modalità di Quota 100

La Ragioneria dello Stato, stando sempre alle notizie pubblicate dal quotidiano economico, sarebbe invece dell’ avviso di posticipare il pagamento del trattamento di fine servizio. In questo modo è possibile immaginare una sorta di disincentivo per cui una parte dei lavoratori rientranti nella platea di Quota 100. Con l’ obiettivo appunto di scoraggiare l’ uscita dal mondo del lavoro di una parte di essi. Rispetto alla ufficializzazione di Quota 100 e alla tempistica il vicepremier Di Maio aveva parlato qualche settimana fa di un decreto da presentare, al massimo, poco dopo Natale. Ma a quanto pare alla fine il Governo potrebbe optare per altre soluzioni come la presentazione a gennaio del disegno di legge “ collegato”.

LO SPECIALE SULLE PENSIONI A QUESTO LINK

Pensioni ultime notizie, Bongiorno: per dipendenti pubblici preavviso di 6 mesi

Tornando all’ uscita dal mondo del lavoro dei dipendenti pubblici si registra l’ intervento del ministro per la Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno. “ I dipendenti pubblici sono al servizio della Nazione e il relativo rapporto di lavoro non può prescindere dall’ obbligo di assicurare la continuità dei servizi pubblici e il corretto svolgimento delle funzioni da parte della pubblica amministrazione”.

Perciò secondo l’ opinione del ministro Bongiorno “ sempre nell’ ottica di una corretta programmazione delle sostituzioni e della concreta staffetta tra lavoratori, per assicurare il trasferimento della memoria istituzionale e delle conoscenze, i dipendenti pubblici dovranno presentare domanda di pensionamento quota 100 con un preavviso di 6 mesi“.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: