articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Conto corrente: estratto conto cartaceo, fino a quando si può richiedere

Conto corrente: estratto conto cartaceo, fino a quando si può richiedere
Conto corrente: estratto conto cartaceo, fino a quando si può richiedere

Estratto conto cartaceo, fino a quando richiederlo


Per controllare tutti i movimenti e le operazioni bancarie di un conto corrente, o anche per capire quali siano i costi di gestione del conto stesso o le cifre relative alle eventuali commissioni per la movimentazione bancaria, il documento da tenere sotto mano è l’estratto conto. Quest’ultimo può essere cartaceo o digitale e viene fornito ai clienti dalla banca stessa periodicamente, su base mensile, trimestrale, semestrale o, più frequentemente, annuale. L’estratto conto (qui un articolo su come e fino a quando è possibile l’ estratto conto cartaceo) serve anche per capire se ci sono stati degli errori, delle emissioni o degli addebiti sbagliati. E risulta utilissimo dunque al fine di comprendere meglio una situazione poco chiara. In caso si riscontrino anomalie si può procedere alla contestazione dell’estratto conto bancario, scrivendo alla banca entro 60 giorni dalla data di ricezione del documento.

Verifiche fiscali sugli accrediti su C/C: come funzionano

Estratto conto corrente cartaceo o digitale: entro quando richiederlo

La richiesta dell’estratto conto e della documentazione legata al rapporto e al contratto con la propria banca è regolata dall’articolo 119 del Testo Unico Bancario. Qui si legge che le banche devono fornire ai propri clienti, in forma scritta o su altro supporto durevole che sia accettato dal cliente, “una comunicazione chiara in merito allo svolgimento del rapporto”. La periodicità di questa comunicazione deve essere di almeno una volta all’anno. Su richiesta l’invio può essere fatto anche su base mensile, trimestrale o semestrale. Entro 60 giorni dalla ricezione dell’estratto conto, se il cliente non intende contestarlo, il documento si ritiene approvato.

Infine, passiamo al punto più interessante per rispondere alla domanda di cui sopra. “Il cliente, colui che gli succede a qualunque titolo e colui che subentra nell’ amministrazione dei suoi beni hanno diritto di ottenere, a proprie spese, entro un congruo termine e comunque non oltre 90 giorni, copia della documentazione inerente a singole operazioni poste in essere negli ultimi 10 anni”. Al cliente che richiederà questa documentazione saranno addebitati i soli costi di produzione della documentazione. Pertanto si potrà chiedere l’estratto conto bancario cartaceo o digitale per le operazioni compiute negli ultimi 10 anni.

Per richiedere l’estratto conto servirà scrivere una semplice comunicazione. Tale comunicazione è da inviare tramite raccomandata A/R o via PEC, oppure a mano, fisicamente, facendosi lasciare una ricevuta con timbro che certifichi l’avvenuta ricezione.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: martedì, 16 Aprile 2019