pubblicato venerdì, 18 Gennaio 2019

articolo scritto da

Legge 104: esenzione bollo auto con veicolo usato. Quando si può

Legge 104 esenzione bollo auto
Legge 104: esenzione bollo auto con veicolo usato. Quando si può

Bollo auto ed esenzione con auto usata


L’esenzione dal pagamento del bollo auto figura tra le agevolazioni garantite ai titolari di Legge 104, sia che essi siano soggetti disabili in situazione di gravità, sia che siano i familiari che li assistono. Inoltre riguardano, oltre alle auto nuove, anche i veicoli usati. Non c’è dunque una limitazione inerente alla tipologia di auto, anche se sotto quest’ultimo aspetto occorre fare delle precisazioni per ciò che concerne il bollo auto.


Legge 104: esenzione bollo auto, beneficiari e limiti di reddito

Per i familiari che hanno in cura il disabile, è necessario che il portatore di handicap sia a loro carico fiscale. Ovvero abbia un reddito annuo complessivo che non superi i 2.840,51 euro. Non concorrono alla formazione di questo reddito l’indennità di accompagnamento, gli assegni di invalidità civile e l’assegno sociale. Se invece quella soglia reddituale viene superata, l’agevolazione potrà spettare solo al disabile e non al familiare. Per agevolazione, oltre all’esenzione dal pagamento del bollo auto, intendiamo anche l’acquisto dell’auto con Iva agevolata al 4%, la detrazione Irpef del 19% dalla spesa sostenuta per l’acquisto e l’esenzione dal pagamento dell’imposta di trascrizione sul passaggio di proprietà.

A beneficiare di queste agevolazioni sono anche gli acquirenti di auto usate, oltre che nuove. Affinché il familiare del disabile possa fruire del beneficio bisognerà presentare apposita documentazione, comprendente il verbale che attesta l’handicap rilasciato dalla Commissione medica che ha fatto la visita; il certificato che attribuisce l’indennità di accompagnamento e infine una copia dell’ultima dichiarazione dei redditi.

Esenzione bollo auto con 104/92: i documenti indispensabili

Legge 104: bollo auto usata, come funziona

Come scrive l’Aci, quando un soggetto acquista un’auto usata presso un rivenditore autorizzato potrebbero verificarsi due ipotesi.

  • L’auto ha un bollo in corso di validità: in questo caso bisognerà rispettare la periodicità acquisita e pagare entro il mese seguente alla scadenza;
  • Il concessionario ha richiesto l’esenzione dell’auto consegnata per la rivendita: sono applicate le regole previste per il primo pagamento del bollo delle auto nuove.

Sintetizzando, sarà necessario effettuare il primo versamento entro il mese nel quale l’auto è stata acquistata. La data a cui fare riferimento è quello dell’autentica notarile dell’atto di vendita. Solo in un caso il pagamento può essere effettuato nel mese seguente: ovvero quando l’atto notarile è stato redatto nell’ultima decade del mese.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: