articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Legge 104: patente speciale e sospensione, quali rischi ci sono

Legge 104: patente speciale e sospensione, quali rischi ci sono
Legge 104: patente speciale e sospensione, quali rischi ci sono

Patente speciale per legge 104, cos’è


Chi è titolare di Legge 104 e ha una invalidità determinata da una specifica patologia può guidare e in caso avere agevolazioni previste nel settore auto? Bisogna fare chiarezza sull’argomento, perché non sempre risulta chiaro. Risulta però evidente che chi soffre di disturbi che inficiano negativamente sulla guida può essere un pericolo per se stesso e per gli altri. Può essere un esempio quello legato al disturbo bipolare o a qualsiasi patologia psichica che preveda l’assunzione di psicofarmaci, capaci di alterare le abilità cognitive e percettive, rallentando i riflessi. Ci sono poi dei casi in cui è previsto il possesso di una patente speciale per invalidi, ma come si ottiene e quando può essere richiesta?

Legge 104: agevolazioni auto, i beneficiari

Sono previste infatti diverse agevolazioni fiscali nel settore auto, come l’esenzione dal pagamento del bollo, o la detrazione Irpef sull’acquisto di un veicolo o ancora la riduzione dell’Iva al 4%. Non tutti possono però beneficiare di queste agevolazioni, che invece spettano ai seguenti soggetti.

  • Non vedenti e sordi;
  • Disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento;
  • Disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni;
  • Soggetti disabili con ridotte o impedite capacità motorie.

I soggetti riportati ai punti 2 e 3 dell’elenco sono coloro i quali corrispondono ai profili indicati dall’articolo 3 comma 3 della Legge 104/92. Ovvero ai soggetti aventi handicap grave certificato con verbale dell’apposita commissione medica. I disabili al punto 3 hanno un handicap che determina una limitazione permanente della capacità di deambulazione. I soggetti contrassegnati all’ultimo punto hanno ridotte o impedite capacità motorie, ma non riportano contemporaneamente una grave limitazione della capacità di deambulazione.

Questi ultimi soggetti, infine, possiedono una patente B speciale e, per avere diritto all’agevolazione, hanno l’obbligo di effettuare alcuni adattamenti tecnici al veicolo.

Legge 104: patente speciale per invalidi, come funziona

La patente normale viene così convertita in patente speciale da un’apposita commissione che si occupa proprio di tale questione. Il rinnovo e la conversione della patente avverranno previa visita medica da parte della Commissione, che convocherà il soggetto e deciderà, in base al disturbo, il rinnovo, la revoca, la conferma, la sospensione o la conversione della patente. In caso di conversione è previsto anche un adattamento tecnico funzionale del veicolo in base alla disabilità certificata.

La patente speciale dovrà indicare la prescrizione di guida con adattamenti tecnici al veicolo e sarà utile anche per usufruire delle agevolazioni fiscali nel settore auto che abbiamo riportato sopra. Per il rilascio della patente speciale andranno poi effettuate delle prove pratiche con il veicolo provvisto di adattamenti. L’esame sarà finalizzato a valutare l’idoneità degli adattamenti e alla capacità del soggetto di utilizzarli senza problemi. La durata della patente speciale è di 5 anni, ma può risultare variabile in base alla patologia ed è stabilita dalla commissione medica.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: martedì, 19 Febbraio 2019