pubblicato giovedì, 17 Gennaio 2019

articolo scritto da

FatturAE: app fattura elettronica di Agenzia delle Entrate. La guida facile

FatturAE app fattura elettronica
FatturAE: app fattura elettronica di Agenzia delle Entrate. La guida facile

Guida app FatturAE, come funziona


A partire dal 1° gennaio 2019, entrerà in vigore l’obbligo di fattura elettronica per i titolari di partita Iva. Esenti dall’obbligo le partite Iva che operano nel regime agevolato (dei minimi e forfettario) per i quali è comunque prevista la possibilità di iniziare a familiarizzare con la novità. L’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione dei diretti interessati l’applicazione mobile FatturAE, scaricabile sui dispositivi Android e iOS. Si tratta di un’app molto utile finalizzata alla predisposizione delle fatture elettroniche e all’invio di queste al Sistema di Interscambio tramite proprio dispositivo mobile, che sia smartphone o tablet.


FatturAE: cos’è e come funziona l’app dell’Agenzia delle Entrate

L’introduzione dell’obbligo di fattura elettronica ha generato non poche polemiche, ma l’Agenzia delle Entrate è spesso venuta incontro alle esigenze dei commercialisti e delle partite Iva pubblicando guide di riferimento sul suo portale. Adesso ha anche messo a disposizione un’applicazione per agevolare la predisposizione e l’invio delle fatture elettroniche.

L’app FatturAE si rivolge ai titolari di partita Iva che possiedono già le credenziali Entratel, Fisconline o identità digitale SPID, da memorizzare al primo accesso per evitare di ripetere il procedimento a ogni nuovo utilizzo. Gli utenti interessati potranno quindi scaricare l’app dal rispettivo store (Apple Store o Google Play Store), installandola sul proprio dispositivo; una volta effettuato questo passaggio, bisognerà accettare i termini e le condizioni di utilizzo e l’informativa sulla privacy.

FatturAE: cosa si può fare

Le 3 funzioni principali dell’app FatturAE si basano sulla generazione, sull’apertura e sulla trasmissione della fattura elettronica.

L’Agenzia delle Entrate ha ben riassunto le operazioni che si possono fare utilizzando l’app FatturAE.

  • Generazione di una fattura ordinaria semplificata tra privati o verso PA;
  • Scelta layout fattura;
  • Inserimento e salvataggio in rubrica dei dati anagrafici del cliente, possibile anche tramite lettura del suo QR Code;
  • Visualizzazione anteprima fattura e condivisione tramite app di messaggistica o mail;
  • Controllo preventivo per individuare eventuali errori nei dati prima dell’invio tramite SdI;
  • Opzione di memorizzazione dei dati delle fatture sull’account cloud personale o sulla memoria del dispositivo mobile;
  • Invio fattura elettronica al Sistema di Interscambio;
  • Importazione, visualizzazione e invio fattura predisposta con software diverso dall’app;
  • Visualizzazione dello stato di adesione o revoca all’accordo di servizio per l’invio delle fatture elettroniche in conservazione;
  • Accesso al portale Fatture e Corrispettivi per la consultazione delle fatture emesse e ricevute;
  • Consultazione area informazioni e assistenza.

FatturAE: chi può utilizzare l’app

Come precisa l’Agenzia delle Entrate, l’app FatturAE può essere utilizzata solamente da operatori Iva ditte individuali e lavoratori autonomi. Questo significa che non può essere utilizzata né da intermediari, né da società. Per queste ultime sono disponibili la procedura web all’interno del portale Fatture e Corrispettivi oppure la procedura stand alone, che si può scaricare sul sito web dell’Agenzia.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: