articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Estinzione anticipata mutuo 2019: parziale o completa, calcolo vantaggi

Estinzione anticipata mutuo 2019
Estinzione anticipata mutuo 2019: parziale o completa, calcolo vantaggi

Estinzione mutuo nel 2019


Ci sono diverse cause che possono determinare la estinzione anticipata mutuo. Tra queste possono annoverarsi la liquidazione del Tfr, oppure una ingente vincita a un gioco a premi (come può essere la Lotteria Italia). Insomma, quando si riceve una importante somma di denaro si comincia a ragionare su come investirlo. O su come ripagare i propri debiti. L’estinzione anticipata del mutuo è una delle scelte che spesso si fanno, per togliersi un peso dalle spalle. Ma conviene sempre? Andiamo a rispondere cercando di riepilogare le principali informazioni utili a riguardo.

Estinzione anticipata mutuo 2019: cos’è

Quando si accende un mutuo, nel contratto figura anche la possibilità di ricorrere alla sua estinzione anticipata. In parole povere significa rimborsare all’ente finanziatore, come ad esempio la banca, l’importo che si è chiesto al momento dell’accensione prima della scadenza naturale del contratto. Si può ricorrere alla estinzione anticipata parziale o integrale, a seconda delle proprie esigenze ed eventuali vantaggi. Si ricorda inoltre che per i mutui stipulati a partire da febbraio 2007, non è previsto il pagamento di alcuna penale. Penale che invece c’è se si parla di mutuo aperto prima di aprile 2007, seppur ridotta grazie alla Legge Bersani (n. 40/2007).

Estinzione anticipata mutuo 2019 parziale e completa: differenze

Come abbiamo visto c’è la possibilità di ricorrere all’estinzione anticipata del mutuo parziale o integrale. Nel primo caso si restituirà alla banca o all’ente finanziatore solo una parte dell’importo, che poi sarà sottratta al debito residuo. In questo caso, la riduzione dell’importo da restituire inciderà sull’importo delle rate. In alternativa, si può anche scegliere di ridurre il numero delle rate, accorciando dunque i tempi della restituzione.

Come è facile intuire dal nome, nel secondo caso si andrà a effettuare il rimborso totale dell’importo finanziato e quindi la conseguente chiusura del mutuo. Tuttavia, l’estinzione anticipata del mutuo totale prevede alcune spese: dalle spese di amministrazione agli interessi maturati nel periodo compreso tra l’ultima rata e l’estinzione del mutuo. Senza dimenticare l’eventuale penale per i mutui stipulati prima di aprile 2007.

Estinzione anticipata mutuo 2019: quando conviene

Sebbene l’estinzione anticipata del mutuo sembri apparentemente conveniente in ogni momento, i vantaggi non sono così automatici. Infatti, come suggerisce Facile.it, solitamente l’estinzione anticipata del mutuo conviene soprattutto all’inizio, ovvero “quando la maggior parte degli interessi non sono stati ancora versati”. Ciò significa che estinguere anticipatamente un mutuo superata la metà del periodo di finanziamento, conviene sempre meno.

Questo perché le banche, nei primi anni del mutuo, vanno ad assicurarsi prima di tutto gli interessi relativi al mutuo, per poi passare al debito, ovvero all’importo finanziato privo degli interessi. Vien da sé, infatti, che sono questi ultimi la principale fonte di guadagno nonché il vantaggio per l’istituto che eroga il mutuo. Per questo motivo, prima di ricorrere all’estinzione anticipata del mutuo, converrebbe fare un calcolo degli interessi dati e quelli ancora da dare per valutare la convenienza di questa operazione.

Mutui tasso zero da gennaio 2019: la guida

Estinzione anticipata mutuo 2019: come fare

Per ottenere l’estinzione anticipata del mutuo bisogna prendere contatto diretto con la banca. Infatti serve inviare all’istituto che ha finanziato il mutuo una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno nella quale si dichiari la volontà di estinguere il mutuo anticipatamente rispetto alla naturale scadenza del contratto. Inoltre si dovrà chiedere all’istituto di calcolare la somma restante da erogare. Il modulo per la richiesta dell’estinzione anticipata può essere richiesto direttamente alla banca. A questo andranno poi allegate copie del proprio documento d’identità e codice fiscale.

La banca dovrà rispondere entro 30 giorni illustrando l’insieme delle somme da corrispondere. A questo punto il soggetto richiedente l’estinzione anticipata potrà effettuare un calcolo per capire se sia più conveniente richiedere un’estinzione anticipata parziale o completa del mutuo stesso.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: venerdì, 22 Marzo 2019