pubblicato martedì, 15 Gennaio 2019

articolo scritto da

Stipendio medio Italia: città e regioni, ecco chi guadagna di più

Stipendio medio Italia: città e regioni, ecco chi guadagna di più
Stipendio medio Italia: città e regioni, ecco chi guadagna di più

Stipendio Italia per città 2019


L’ultimo rapporto dell’Osservatorio Job Pricing fotografa l’oscillazione degli stipendi tra Nord e Sud Italia. Considerando le regioni in cui si registrano le retribuzioni più alte e quelle più basse si arriva ad avere una differenza media anche di 6mila euro.


Stipendio medio Italia: dove si guadagna di più

Ancora una volta, la Lombardia figura in cima alla classifica delle regioni italiane in cui si percepisce lo stipendio più alto. La media è di 31mila e 692 euro all’anno (lieve calo rispetto al 2017 quando la retribuzione media era di 31.711 euro annui). Seguono Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna, a posizioni invertite rispetto all’anno scorso.

In Trentino la retribuzione annuale lorda si attesta a quota 30.786 euro mentre in Emilia Romagna si ferma a 30.455 euro all’anno. Scendendo la classifica si incontrano Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Tutte regioni del Nord insomma. Al Settentrione la retribuzione lorda annua è di 30.622 euro. Prendendo in considerazione le province, invece, la più ricca è quella di Milano seguono quelle di Monza e Brianza e Bolzano.

Stipendio medio Italia: dove si guadagna di meno

Mano a mano che si scende lungo lo stivale diminuisce anche la retribuzione lorda annua (Ral). È di 28.569 euro all’anno la Ral al centro. Il Lazio prevale su Toscana, Marche e Umbria. Addirittura, di soli 25.961 euro la Ral calcolata considerando la media di regioni meridionali e isole. Nello specifico, si passa dai 26.852 euro lordi all’anno che percepiscono i lavoratori abruzzesi fino ai soli 24.622 euro lordi all’anno incassati da quelli calabresi.

In mezzo, in quest’ordine, gli stipendi di campani, pugliesi, siciliani, sardi, molisani e lucani. Sempre concentrando lo sguardo sulle province, la più povera è quella di Messina (Ral di 23.668, 10mila euro in meno rispetto a quella della provincia di Milano). La provincia del Sud che si incontra per prima in classifica, al 55esimo posto, quella di Palermo (27.646 euro lordi all’anno).

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: