articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Bollo auto 2019: pagamento dimenticato o in ritardo. Cosa si rischia

Bollo auto 2019 pagamento dimenticato
Bollo auto 2019: pagamento dimenticato o in ritardo. Cosa si rischia

Pagamento bollo auto dimenticato


Può capitare di dimenticare di pagare il bollo auto e quindi di mettersi in regola in ritardo. Cosa succede? Innanzitutto, ricordiamo che il bollo auto è un’imposta che grava sulla proprietà del veicolo e non sulla circolazione del mezzo. Ciò significa che anche se non usiamo l’auto e la teniamo per un intero anno nel garage, saremo comunque tenuti a pagare la tassa perché quell’auto ci appartiene. Anche per la sua natura di tassa di proprietà il bollo è una delle imposte più detestate dagli italiani. Spesso si parla di una sua cancellazione, ma altrettanto spesso è solo propaganda politica che poi non porta a nulla. Sempre più insistenti, invece, le voci su una riforma del bollo auto, anche a livello europeo. Ma questa è un’altra storia.

Bollo auto 2019: come sapere se è stato pagato

Può capitare che un giorno ci si accenda una lampadina in testa e penetri nei nostri pensieri un piccolo dubbio: ma il bollo auto, quest’anno, l’ho pagato oppure no? Per rispondere a questa domanda, tuttavia, non c’è bisogno di fare niente di complicato. Infatti sarà sufficiente recarsi in una qualsiasi sede Aci e, mostrando la carta di circolazione, chiedere informazioni sullo stato dei pagamenti e sulle eventuali scadenze future. In alternativa, in caso odiate gli spostamenti fisici, è possibile fare una piccola ricerca online, sempre sul sito dell’Aci o su quello dell’Agenzia delle Entrate.

Pagamento bollo auto dimenticato: cosa succede?

Immaginiamo che la risposta alla ricerca sopraccitata sia la seguente: no, il bollo non è ancora stato pagato. Ed è scaduto tre mesi fa. Che succede in questi casi? Il contribuente non può far nulla per evitare le sanzioni previste dalla normativa. Ciò significa che dovrà pagare il bollo auto dovuto maggiorato di interessi e sanzioni. Fortunatamente queste ultime, per il primo anno, sono ridotte, perché il contribuente rientra ancora nel regime di ravvedimento operoso. Al contrario, trascorso 1 anno, le sanzioni sono decisamente più pesanti.

  • Pagamento entro 14 giorni dalla scadenza: sanzione ridotta allo 0,1% dell’importo del bollo per ogni giorno di ritardo;
  • Dal 15° al 30° giorno dalla scadenza: sanzione ridotta allo 1,5% più interessi di mora dello 0,8% per ogni giorno di ritardo;
  • Dal 31° al 90° giorno dalla scadenza: sanzione ridotta allo 1,67% più interessi di mora;
  • Oltre il 91° ma non oltre il 365° giorno: sanzione ridotta al 3,75% dell’importo dovuto più interessi di mora.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: venerdì, 22 Marzo 2019