articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Garanzia mutuo prima casa 2019: domanda e requisiti del fondo

Garanzia mutuo prima casa 2019: domanda e requisiti del fondo
Garanzia mutuo prima casa 2019: domanda e requisiti del fondo

Fondo di garanzia Mutuo 2019


Il fondo di garanzia per i mutui sulla prima casa è stato istituito con la manovra finanziaria del 2014. Dal suo esordio, sono stati sbloccati circa 80mila crediti ipotecari (con copertura fino al 50% della quota capitale); a beneficiarne, in generale, soggetti con difficoltà di accesso ai prestiti e, in particolare, under 35. Tuttavia, la Legge di Bilancio 2019 non ne ha previsto il rifinanziamento.

Mutuo prima casa: fondo agli sgoccioli?

Intorno alla metà di gennaio, la Consap (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici) ha reso noto che il fondo durerà fino a fine febbraio quando verrà sbloccata l’ultimo finanziamento da 650 milioni di euro. Successivamente, dovrà ridurre di molto il proprio raggio d’azione; insomma, verrà stilata una lunga lista d’attesa. Bisogna considerate che nel solo mese di dicembre 2018 sono giunte alla Consap 5.100 domande. Ancora adesso ne arrivano alla Concessionaria più o meno 250 al giorno.

Un ritmo elevatissimo che se si manterrà immutato, dato il venire a mancare delle risorse, non potrà che far esaurire il fondo, appunto in appena un mese. Detto questo, nella manovra è stato previsto un possibile intervento di Cassa Depositi e prestiti volto a incrementare – si legge nell’articolo 1 comma 658-659 della manovra – “la misura massima della garanzia”. D’altra parte, l’ammontare di tale incremento non è stato ancora stabilito e i tempi tecnici non sembrano brevi al momento.

Mutuo prima casa: in cosa consiste il fondo?

In generale, il fondo di garanzia permette a chi di solito si vede rifiutare tale possibilità di accedere a un mutuo sulla prima casa fino a un massimo di 250mila euro. In pratica, il fondo garantisce direttamente a banche e intermediari finanziari aderenti all’iniziativa una copertura del 50% della quota capitale. Per richiederlo non sono posti limiti di reddito o di età anche se quasi il 60% dei mutuatari ha meno di 35 anni. Ai mutui è applicato un Teg (tasso effettivo globale) pari al Teg medio applicato sui mutui rilevato dalla pubblicazione trimestrale del Mef.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: mercoledì, 17 Aprile 2019