articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Legge 104: parcheggio gratis disabili, proposta in parlamento

Legge 104 parcheggio gratis disabili
Legge 104: parcheggio gratis disabili, proposta in parlamento

Parcheggio gratis con Legge 104


Delle novità importanti riguardano i titolari di Legge 104. Una proposta di legge firmata dall’onorevole Maria Chiara Gadda (PD) e promossa da Cittadinanzattiva, UILDM e VERA mira alla gratuità dei parcheggi sulle strisce blu per i disabili, qualora i posti a essi riservati siano occupati o non presenti. La finalità principale, quindi, consiste nel consentire ai cittadini disabili di parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu, notoriamente a pagamento.

Legge 104: parcheggio gratis disabili, la novità

La proposta di legge, oltre alla prima firmataria e agli enti promotori, è stata sostenuta anche da altri esponenti di varie forze politiche e appartenenti a differenti gruppi. Si parte dal vicepresidente di Anci Roberto Pella (FI), alla delegata all’accessibilità del Comune di Milano Lisa Noja (PD), passando per l’onorevole Luca De Carlo (FDI). Inoltre Cittadinanzattiva cita anche il presidente del Gruppo LEU Federico Fornaro e l’esponente dello stesso partito Rossella Muroni.

Tutto parte da un principio costituzionale che sancisce il diritto alla mobilità per tutti. Nonché dalla Convenzione ONU ratificata dall’Italia che “chiede agli Stati membri di assicurare la mobilità alle persone con disabilità nei modi, nei tempi scelti e a costi sostenibili”.

Infatti, spiega il Movimento di partecipazione civica, molti sono obbligati a muoversi con il proprio mezzo. Visto che sui mezzi pubblici non si registra ancora piena possibilità di fruizione.

Legge 104: parcheggio gratis disabili, le reazioni – Parte I

“Con questa proposta di legge, firmata da oltre 50 deputati, aggiungiamo un tassello in più ed è occasione per fare riflettere tutti su un tema che ancora prima che normativo è culturale”. Con queste parole la prima firmataria del provvedimento, l’Onorevole Maria Chiara Gadda, ha voluto commentare l’iniziativa.

Lo scopo è quello di mettere ordine in una situazione completamente disomogenea, sia a livello interregionale che tra Regione e Comune. Il segretario generale di Cittadinanzattiva Antonio Gaudioso ha affermato che la mobilità è un diritto di tutti, stabilito anche dalla Costituzione italiana. “Con questa norma vogliamo fornire agli amministratori delle indicazioni uniformi relative al pagamento della sosta”. Gaudioso ha ringraziato i diversi gruppi che sostengono il provvedimento, considerato “una scelta di civiltà che difficilmente troverà ostacoli”. E citato la cultura delle pari opportunità,

Legge 104: parcheggio gratis disabili, le reazioni – Parte II

A parlare del provvedimento è stato anche il presidente di UILDM, Marco Rasconi. “Come associazione che si occupa di disabilità lavoriamo ogni giorno affinché le persone possano partecipare pienamente alla vita, scegliendo liberamente dove andare e in che modo. Il diritto alla mobilità diventa il fondamento su cui costruire l’accesso ai servizi, al lavoro e allo studio, al tempo libero e a una vita di relazione”.

“Abbiamo scoperto che la Corte di Cassazione nel 2015 ha stabilito che il contrassegno disabili non dà diritto alla gratuità del parcheggio su strisce blu”, ha affermato il managing partner di VERA, Francesco Schlitzer. Al contrario il Ministero delle Infrastrutture e alcuni tribunali avevano affermato il contrario. “Basta una piccola modifica al codice della strada per eliminare questa vergognosa stortura”. Modifica che potrebbe arrivare a breve.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: lunedì, 18 Marzo 2019