articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Risultati elezioni Sardegna 2019: i consiglieri regionali eletti. Dati liste

Risultati elezioni Sardegna 2019 i consiglieri regionali eletti. Dati liste
Risultati elezioni Sardegna 2019: i consiglieri regionali eletti. Dati liste

Consiglieri eletti in Sardegna


Assodata la vittoria del centrodestra alle elezioni Sardegna 2019 vanno valutati i voti alle singole liste. E poi all’interno delle singole liste le preferenze dei candidati al consiglio regionale. Il ritardo con cui si procede allo spoglio non consente ancora di delineare uno scenario preciso. Al momento – con i risultati ancora non definitivi – siamo in grado di comunicare i partiti più o meno votati all’interno della singole coalizioni. Aggiorneremo, man mano saranno disponibili i risultati, con seggi e nomi dei consiglieri regionali eletti.

Risultati elezioni Sardegna 2019, nomi degli eletti – risultati non definitivi

A proporre un primo quadro dei consiglieri regionali eletti in Sardegna è il sito Sardinia Post. Sulla base dei risultati ancora non definitivi e delle preferenze ha provato ad accostare a fianco ad ogni simbolo di partito i nomi dei potenziali eletti. Intanto ricordiamo che i seggi sono in totale 60. Saranno 36, più il presidente, per la maggioranza – visto che Solinas ha superato il 40% dei voti – e 24 per le opposizioni. L?elaborazione di Sardinia Post si richiama alla elaborazione dei seggi dell’esperto di sistemi e leggi elettorali Abramo Garau.

Risultati elezioni Sardegna 2019, consiglieri regionali di maggioranza

La Lega è il primo partito e dovrebbe aver conquistato 8 seggi. Eletti: Andrea Piras e un altro tra Sara Canu e Mario Nieddu (circoscrizione Cagliari). A Sassari Michele Pais e Maria Assunta Argiolas. Nel collegio di Oristano probabile la elezione di Annalisa Mele, a Nuoro Pierluigi Saiu, in Gallura di Dario Giagoni. E infine nel Sulcis Michele Ennas.

Mentre il Psd’Az dovrebbe aver conquistato 7 seggi. Oltre a Solinas, a Cagliari Gianni Chessa, Nanni Lancioni e Stefano Schirru. A Sassari Pietro Maieli. E ancora Franco Mula a Nuoro, Giovanni Satta in Gallura e Fabio Usai nel Sulcis.

Per Forza Italia dovrebbero essere 6 i seggi nel consiglio regionale sardo. Alessandra Zedda, Ivan Piras, Antonello Peru. E ancora Emanuele Cera, Giuseppe Talanas e Angelo Cocciu.

Le liste, ovvero Riformatori sardi, UDC, Sardegna 20venti e Fratelli d’Italia dovrebbero aver conquistato 3 seggi ciascuno

Per Fratelli d’Italia: Paolo Truzzu, Nico Mundula e Francesco Mura o Gianluigi Rubiu a seconda del collegio in cui scatterà il terzo seggio di FdI. Mentre per l’UDC: Giorgio Oppi, Gian Filippo Sechi a Sassari e Andrea Biancareddu. E per i Riformatori Michele Cossa, Aldo Salaris e Giovanni Antonio Satta. In forse il quarto seggio per i Riformatori sardi che andrebbe ad Alfonso Marras. Nella lista Sardegna 20venti dovrebbero avercela fatta Stefano Tunis, Pietro Moro e Domenico Gallus.

Chiudono l’elenco dei consiglieri regionali eletti con la maggioranza dei centrodestra gli esponenti dei partiti che hanno raccolto meno voti eleggendo un rappresentante a testa. Sardegna Civica potrebbe aver eletto Roberto Caredda, Fortza Paris Valerio De Giorgi. Restano senza rappresentanza UDS ed Energie per l’Italia.

Risultati elezioni Sardegna 2019, consiglieri regionali di opposizione centrosinistra e MoVimento 5 Stelle

I seggi delle opposizioni dovrebbero essere in ripartiti nel seguente modo.

Otto al Partito Democratico: Cesare Moriconi e Valter Piscedda. E ancora Gianfranco Ganau, Roberto Deriu, Giuseppe Meloni, Piero Comandini. E infine Gigi Piano e Salvatore Corrias. Per LeU: Eugenio Lai e Daniele Cocco. E a seguire la terza lista del centrosinistra dovrebbe portare in consiglio Francesco Agus e Gian Franco Satta. Eleggono propri rappresentanti anche le liste Noi La Sardegna, Laura Caddeo e Diego Loi, e Futuro in Comune con Franco Stara e Raimondo Cacciotto. Tra i possibili eletti anche Maria Laura Orrù. Più il seggio, il diciottesimo, di Massimo Zedda. In caso di rinuncia bisognerebbe vedere in base ai resti chi lo andrebbe a sostituire.

Chiudono l’elenco dei consiglieri di opposizione gli eletti del MoVimento 5 Stelle. Si tratta di 6 seggi. Ecco i nomi. Michele Ciusa e Carla Cuccu, Sebastiano Sassu, Alessandro Solinas, Elena Fancello, Roberto Li Gioi.

Risultati elezioni Sardegna 2019, Lega primo partito del centrodestra

Considerano il risultato di 1407 sezioni sul totale delle 1840 possiamo, come anticipato, dare per assunta la vittoria di Solinas a presidente della Regione Sardegna. Christian Solinas è al momento poco sotto il 50% delle preferenze.

I partiti della coalizione. Lega Salvini – Sardegna prima forza politica della coalizione con l’11,6%. Secondo il Partito sardo d’azione col 10,1%. E terzo Forza Italia con l’8,1%.

Abbastanza staccati gli altri movimenti e partiti a supporto del centrodestra. Riformatori Sardi 4,9%. E poi Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale con il 4,7%. Sardegna20venti – Tunis è 4,2. Pro Sardinia – Unione di Centro al 4,0%. Ancora più dietro Fortza Paris con l’1,5%. Sardegna Civica all’1,4%. Partito Uds – Unione dei Sardi penultimo con l’1,1%. Il partito meno votato della coalizione è quello che fa capo a Parisi cioè Energie per l’Italia – Sardegna che chiude con lo 0,6%.

Risultati elezioni Sardegna 2019, centrosinistra

Al momento Zedda viaggia intorno al 33% dei consensi. Raccoglie più voti della sua coalizione. Vediamo in rapporti di forza interni al centrosinistra nel voto sardo. Primo partito è il Partito Democratico della Sardegna (Pd) al 13,4%. Secondo Liberi e Uguali Sardigna Zedda Presidente col 4%. E poi la forza politica Campo Progressista Sardegna con il 3,3%. Sotto il 3% ci sono – per ora – Noi, la Sardegna con Massimo Zedda al 2,9%. Futuro Comune con Massimo Zedda col 2,7%. E ancora Sardegna in Comune con Massimo Zedda al 2,3. Più bassi i Cristiano Popolari Socialisti con l’1,4%. Ed infine il Progetto Comunista per la Sardegna allo 0,4%

Risultati elezioni Sardegna 2019, terzo il M5S

Il Movimento 5 Stelle è terzo con la candidatura di Francesco Desogus. Il candidato alla presidenza ha raccolto l’11,0%. Mentre la lista dei 5 Stelle è al 9,4%.

Intorno al 3,5% Paolo Giovanni Maninchedda candidato con la lista Partito dei sardi. Mentre è più dietro Mauro Pili di poco sopra il 2% con Sardi liberi. Chiudono Andrea Murgia sotto il 2% con la lista Autodeterminazione (1,9%). E Vindice Mario Lecis di Rifondazione – Comunisti Italiani – Sinistra Sarda con lo 0.6%.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: mercoledì, 20 Marzo 2019