articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Legge 104 e disabili: agevolazioni in arrivo con “provvedimenti ad hoc”

Legge 104 e disabili: agevolazioni in arrivo con "provvedimenti ad hoc"
Legge 104 e disabili: agevolazioni in arrivo con “provvedimenti ad hoc”

Agevolazioni Legge 104, i provvedimenti


La politica si occupa spesso di disabili e titolari di Legge 104, in particolar modo con prospettive improntate ad agevolazioni e sostegno. Si fa qualcosa, ma si potrebbe far sempre di più. È questo il concetto della nota redatta dal consigliere di Lega Salvini Trentino Alessia Ambrosi. Un pensiero diffuso dai principali media locali e non, che lascia intravedere nuovi spiragli per ulteriori provvedimenti ad hoc inerenti le agevolazioni per i soggetti disabili titolari di Legge 104.

Legge 104 e disabili: il pensiero di Alessia Ambrosi (Lega)

“A tutti i genitori di figli disabili sento il bisogno di esprimere la mia vicinanza e sostegno in primis, come persona caregiver e come interlocutore politico intendo raccogliere la sfida, assicurando il mio pieno e totale impegno sul tema”. Questa la risposta della consigliera leghista a una lettera ricevuta dalla mamma di un figlio disabile.

La Ambrosi parla di lavoro svolto negli anni addietro e di una sensibilità mai venuta meno nella Provincia di Trento. Ribadendo tuttavia come sia urgente e necessario fare ancora di più al fine di “interpretare meglio il valore della nostra autonomia”. Avendo in testa sempre come primo pensiero il rispetto della dignità umana.

Legge 104 e disabili: nuove agevolazioni in arrivo?

La consigliera leghista della Provincia di Trento parla poi anche sotto l’aspetto nazionale, citando la recente istituzione del Ministero della Disabilità. “Partendo da questo e dalle segnalazioni di associazioni e famiglie, sono state riscontrate delle criticità alla legge provinciale sul Dopo di Noi”. La Ambrosi ha dichiarato che della questione se n’è occupata anche la IV Commissione permanente con l’assessore alla Salute. E soprattutto che “provvedimenti ad hoc saranno presto adottati, soprattutto per quanto concerne lo sviluppo e l’implementazione dei progetti di abitare sociale, allo scopo di sviluppare maggiori livelli di autosufficienza del disabile e di sostegno dei familiari caregivers”.

La Ambrosi ha promesso così “sempre maggiore attenzione nel costruire veri e propri progetti di vita tenendo conto delle nuove e sempre mutabili esigenze”. Insomma, per le agevolazioni ai titolari di Legge 104 qualcosa si sta muovendo sul fronte locale. Chissà che ciò non apra spiragli potenziali anche a livello nazionale.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: mercoledì, 17 Aprile 2019