20/05/2019

Quanto spendono i partiti su Facebook per elezioni europee 2019 in pubblicità

L'ultimo spot dell' Unione Europea che invita al voto (VIDEO)
Quanto spendono i partiti su Facebook per elezioni europee 2019 in pubblicità

Al primo posto c’è Matteo Salvini, al secondo Silvio Berlusconi e al terzo Roberto Rosso, candidato al consiglio regionale del Piemonte per Fratelli d’Italia. La leader di Fdi, Giorgia Meloni, è solo quarta. Non si tratta di un pronostico in vista del voto del 26 maggio ma della classifica dei singoli candidati che nell’ultimo mese hanno speso di più in inserzioni su Facebook.

Il social network, infatti, ha reso pubblici gli investimenti dei politici in vista delle elezioni europee 2019, in linea con il suo impegno ad aumentare la trasparenza nella pubblicità.

Attraverso il report della libreria inserzioni di Facebook, è possibile consultare la spesa del singolo inserzionista nel periodo di riferimento.

Come detto, il leader della Lega conquista il primo posto con uno scarto considerevole rispetto agli altri candidati. Con i suoi 83.593€ spesi nel periodo 18 aprile – 17 maggio, supera ampiamente il presidente di Forza Italia che ha investito poco più di 67mila€. A differenziarli non è solo budget, ma soprattutto la strategia. Nel periodo indicato, infatti, Salvini ha concentrato gli investimenti in 42 inserzioni, Berlusconi in ben 413. Numeri che lasciano intuire come, dietro il ministro dell’Interno, ci sia un lavoro studiato per intercettare un target ben preciso mentre per il leader di Forza italia si è preferito sparare nel mucchio.

Al terzo posto, un po’ a sorpresa, troviamo Roberto Rosso, candidato non alle elezioni europee ma alle regionali del Piemonte. Con quasi 14mila euro investiti supera la leader del suo partito, Giorgia Meloni, che ha investito 12mila euro divisi in 38 inserzioni

Campagna social elezioni europee 2019: il Pd investe sul gruppo, il M5S grande assente

A differenza di Lega e Forza Italia, in casa Dem si è preferito investire nel gruppo. Il Partito Democratico, infatti, con i suoi oltre 43mila euro in 139 inserzioni è lo schieramento che ha speso di più, collocandosi in senso assoluto al terzo posto, dopo Salvini e Berlusconi.

Tra i singoli candidati dem, chi ha riservato un budget più alto per la campagna social delle elezioni europee 2019 è Nicola Danti, europarlamentare uscente ora candidato nella circoscrizione Centro, che ha investito quasi 5mila euro. Seguono Massimiliano Smeriglio (4mila euro), Antonio Silvio Calò (3mila euro) e la giovane Caterina Cerroni (2mila euro e mezzo). Per trovare uno dei big della lista bisogna scorrere ancora qualche posizione: il primo è l’ex ministro Carlo Calenda che ha investito circa 2mila euro in 7 inserzioni.

A non aver trascurato la pubblicità dedicata al partito è anche Fratelli d’Italia che ha investito poco più di 20mila euro, divisi in ben 95 inserzioni.

Grande assente nelle prime posizioni è il Movimento Cinque Stelle. Sfogliando il report, infatti, gli unici investimenti collegati al Movimento sono quelli fatti dai singoli candidati e dalle pagine locali. Spese piuttosto contenute se si pensa che il budget più alto, nell’ultimo mese, è stato quello speso dalla pagina Movimento 5 Stelle Gubbio, per 236 €. Tutti gli altri non superano i 100.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]