20/05/2019

Legge 104: acquisto auto negato con pass disabili. Perché può avvenire

autore: Daniele Sforza
Legge 104 acquisto auto negato
Legge 104: acquisto auto negato con pass disabili. Perché può avvenire

Chi ha un pass per disabili e può dunque parcheggiare nelle aree di sosta non ha sempre diritto alle altre agevolazioni previste per i titolari di Legge 104 e legate al settore auto. Stiamo parlando dell’Iva agevolata al 4%, così come detrazione Irpef al 19% sulla spesa sostenuta. La cosa spesso manda in confusione i diretti interessati, i quali non comprendono, per certi versi giustamente, perché la disabilità che consente loro di avere il contrassegno per parcheggiare non conferisca loro anche la facoltà di usufruire delle agevolazioni previste per l’acquisto auto.

Legge 104: come ottenere il pass disabili

Come abbiamo già scritto in questo articolo, l’articolo 381 del Regolamento di esecuzione del Codice della Strada s’incentra sul rilascio dell’autorizzazione previa presentazione al Comune di residenza di apposita domanda. A questa bisognerà anche allegare la certificazione medica rilasciata dalla Asl di riferimento in cui si certifica esplicitamente che dalla visita medica risulti una “effettiva capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta”. Una volta rilasciato il pass disabili, questo ha una validità di 5 anni, mentre a ogni rinnovo occorrerà presentare una nuova attestazione del medico curante.

Legge 104 e pass disabili, ma non agevolazioni acquisto auto: perché

Come abbiamo visto sopra, il pass disabili è rilasciato a quei titolari di certificati che attestino una effettiva capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta. Per molte persone ciò sarebbe sufficiente per poter avere diritto alle agevolazioni previste nel settore auto. Tuttavia è ben noto che i requisiti richiesti per l’una e per l’altra cosa sono ben differenti.

Il parere n. 1567/2016 del Ministero dei Trasporti stabilisce che il contrassegno invalidi è rilasciato a tutti i cittadini con invalidità agli arti superiori, oltre che ai disabili psichici e a tutti i soggetti affetti da una patologia che influisca sulla mobilità. Per avere diritto alle agevolazioni previste nel settore auto (esenzione bollo auto, esonero imposta di trascrizione, Iva agevolata 4%, detrazione Irpef 19%) il certificato Asl che attesta la disabilità deve riportare una specifica dicitura, che è la seguente: “Il disabile possiede i requisiti di cui all’art. 4 del DL 9 febbraio 2012, n. 5”, o similare. In assenza di questa dicitura, che determina la sussistenza di una disabilità di un certo livello e certifica i benefici previsti, non si avrà diritto alle agevolazioni.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →