11/06/2019

Sciopero 13 giugno 2019: treni e mezzi pubblici Milano, le fasce garantite

Sciopero 13 giugno 2019: treni e mezzi pubblici Milano, le fasce garantite

Nuovo sciopero in Lombardia. Giovedì 13 giugno 2019 le Segreterie Regionali di FILT CGIL, FIT CISL e UILTRASPORTI hanno proclamato uno sciopero Regionale del Trasporto Pubblico Locale di 4 ore per “la condizione di grave incertezza circa le risorse da destinare al settore del Trasporto Pubblico Locale a seguito del congelamento dei finanziamenti nazionali al comparto operato con Legge di Bilancio 2019 e per la mancanza di garanzie circa la clausola di salvaguardia occupazionale e di mantenimento dell’attuale qualità del servizio agli utenti garantito attraverso la contrattazione di secondo livello”.

Sciopero 13 giugno 2019, 4 ore agitazione

A darne notizia – tramite il sito aziendale – è anche l’Atm che comunica gli orari nei quali è possibile che vi siano disagi dovuti all’agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana. Ovvero dalle ore 8:45 alle ore 12:45.

Stesso orario per eventuali disagi sulla funicolare Como-Brunate: sempre a partire dalle 8:45 per 4 ore.

C’è una lieve differenza a Monza, per le linee gestite da NET – Nord Est Trasporti dove l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio è prevista dalle ore 9 alle ore 11.50. Per il Servizio Extra Urbano l’agitazione è prevista dalle ore 8.45 alle ore 12.45.

Sciopero, info utili

Gli orari saranno diversi in altre province. Per esempio a Brescia lo sciopero inizierà alle 9.40 e finirà alle 13.40.

Nel caso di Autolinee Varesine e di Castano Turismo (le due società facenti parte del Consorzio Trasporti Pubblici Insubria/Ctpi), ci sono orari ancora differenti. A Varese i disagi potranno registrarsi nelle fasce orarie 5.30-6.00 e 8.45-12.15 del 13 giugno. Sul fronte delle linee extraurbane nelle fasce orarie 5.30-6.00 e 8.30-12.00.

La società di trasporto ferroviario Trenord ha fatto sapere che potranno aderire allo sciopero solo i dipendenti di Ferrovienord, la società che gestisce alcune linee ferroviarie in Lombardia. Motivo per il quale i treni presenti sulla rete ferroviaria “potranno subire ritardi e variazioni”.

I disagi potranno riguardare anche i collegamenti aeroportuali tra Milano e l’aeroporto di Malpensa: in caso di cancellazione di treni ci saranno degli autobus sostitutivi dalla stazione Cadorna di Milano.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]