•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 23 novembre, 2011

articolo scritto da:

Non è un Paese per disabili

Ha tristemente ragione Carlo Chianura:

“Se vuoi il mio posto, prenditi anche il mio handicap”. E’ lo slogan civile di alcune associazioni che difendono i diritti delle persone con disabilità: volantini messi sotto il tergicristallo di chi ha parcheggiato abusivamente in un posto handicap.

Ora a Cremona siamo alla tragedia  che come un pantografo mostra in grande – partendo dal caso limite – quanto sia ampio, quanto lascia sgomenti,  il livello di insensibilità nei confronti di un diritto minimo per un disabile come quello alla mobilità.

Anche questo è il prodotto avvelenato delle campagne contro i finti invalidi che hanno in macchina i finti permessi di parcheggio: siamo al paradosso di una moltitudine discriminata e osteggiata a causa di pochi (ma esistenti) abusi che non vengono sanzionati come si dovrebbe dalle forze dell’ordine.

Il risultato di un pregiudizio ora si tinge di sangue. Confermando che questo non è un Paese per i disabili.

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da:

I commenti sono chiusi.