•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 30 dicembre, 2014

articolo scritto da:

Dal Blog: Addio a Franco Bomprezzi

Ho conosciuto di persona Franco Bopmprezzi in una delle tante occasioni in cui si batteva per i diritti dei disabili, ma lo avevo conosciuto prima come autore di “La Contea dei Ruotanti”.
Il libro in sintesi: “In un’Italia prossima ventura, nel cuore della pianura padana, una cinta di antiche mura difende una singolare contea: la Contea dei Ruotanti. È stata fondata dopo la Grande Rivoluzione dei disabili. Tutti gli abitanti, infatti, vivono in carrozzina. Nessun “camminante” può accedervi. La vita di questa strana città, governata da regole ferree e avvolta da un clima irreale, viene messa in discussione da Francesca, incaricata di sorvegliare Paolo, un camminante catturato dagli abitanti della contea”
Non so se chi non è in carrozzina può capirlo. Non lo so perché non riesco a pensare come pensa chi non sa ciò che so per esperienza. Leggere quel libro mi ha trasmesso il grido di rabbia di Franco per un mondo che esclude da troppe cose chi è in carrozzina.
Franco quella rabbia l’ha usata per cambiarlo questo mondo e quelli come me devono a quelli come lui se oggi è molto meglio di qualche anno fa.
Ma la strada è ancora lunga e forse il modo migliore di ricordare Franco è ripartire da quel grido del suo libro e continuare a lottare perché i disabili di domani leggendolo non riescano quasi più a capirlo perché nel frattempo le cose che Franco ha lottato per cambiare saranno cambiate davvero.

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Conte o non Conte

articolo scritto da:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.