•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 11 dicembre, 2011

articolo scritto da:

Per i ragazzi del 2020

Temo abbia ragione lo Scorfano (che insegna lettere):

Non è tanto la prospettiva della pensione a 69 anni e 10 mesi (come da calcolatore del Corriere.it) (benché, è ovvio, già questo sia un numero assolutamente spaventoso, quasi una minaccia). Quello che davvero mi mette angoscia e mi fa dire che non ce la farò mai e che è meglio che io cambi mestiere fin da ora, finché posso, è la prospettiva di entrare in una classe di quindicenni quando avrò 62 o 65 o 68 anni. Come farò? È possibile che io riesca a dire a ragazzi che nasceranno nel 2020, più o meno, qualcosa che riesca a interessarli? Cosa avrò mai da dire loro? È possibile che io riesca a essere per loro un buon insegnante?
Secondo me, no. Secondo me non può funzionare in alcun modo. Pertanto, se i 69 anni e 10 mesi sono davvero imprescindibili e non c’è altra soluzione, almeno non fatemi entrare in una classe dopo i 60. Fatelo per i ragazzi che devono ancora nascere, non per me. Fatelo per chi avrà bisogno di un’istruzione vera, non di un nonno che fatica pure a salire le scale dell’edificio. Mandatemi a fare qualcos’altro, anche solo delle fotocopie (esisteranno ancora le fotocopie, nel 2035?): fatelo per il futuro, per i ragazzi del 2020, perché così, davvero, non potrà mai funzionare.

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da:

I commenti sono chiusi.