Usa-Cina, ultime notizie: scontro su Huawei, commercio, Venezuela

Usa-Cina, ultime notizie: scontro su Huawei, commercio, Venezuela Tempismo perfetto. Il giorno precedente l’arrivo a Washington di Liu He, trai i principali negoziatori in Cina sui temi commerciali, il Dipartimento di Giustizia statunitense ha reso pubbliche le motivazioni per la richiesta di estradizione di Meng Wangzhou. L’ex direttrice finanziaria di Huawei, accusata di aver violato le sanzioni americane verso l’Iran, è sottoposta a circa 20 capi di accusa. Gli Stati Uniti hanno definito Huawei una minaccia per la sicurezza nazionale. Accusandola di spionaggio in combutta con le istituzioni cinesi. Ciò anche al fine di rinforzare l’invito globale ai suoi alleati a non acquistare materiale dall’azienda cinese, soprattutto in merito allo sviluppo delle reti internet 5G. A rinforzare le accuse americane, la decisione del Procuratore Generale dello stato americano di Washington di aprire un ulteriore procedimento. In questo, sono incriminate due sussidiarie americane di Huawei per furto di tecnologia dell’azienda americana T-Mobile. Dal canto suo l’azienda cinese nega tutte le accuse, supportata dal governo che parla di manovre “motivate politicamente” da parte degli Usa. Inoltre, l’avvocato di Meng ha definito la donna un ostaggio nella guerra commerciale in corso tra i due paesi. Il Canada avrà ora un mese di tempo... View Article