Attentato Sri Lanka 2019: morti, feriti e attentatori. La ricostruzione

Attentato Sri Lanka 2019: morti, feriti e attentatori. La ricostruzione Torna la paura a Colombo, capitale dello Sri Lanka dopo gli attacchi del giorno di Pasqua che hanno provocato 290 morti e circa 500 feriti. Nel pomeriggio di lunedì 22 aprile un nuovo ordigno è esploso mentre gli artificieri erano a lavoro per disinnescarlo. Nell’esplosione alcune persone sono rimaste lievemente ferite. Tra questi anche il giornalista italiano, inviato per la Repubblica Raimondo Bultrini. Intanto la polizia ha arrestato 24 persone, sospettate di aver partecipato agli attentati di domenica, e ha ritrovato 87 detonatori nella stazione degli autobus di Pettah, quartiere della capitale. Attentato Sri Lanka 2019: la strage di Pasqua Domenica 21 aprile, sono da poco trascorse le 8.45, ora locale, quando la prima bomba esplode nel santuario di Sant’Antonio a Colombo. Esplosioni che si ripetono, nelle tre ore successive, in altri sette punti: due chiese, quattro alberghi, frequentati soprattutto da stranieri, e un piccolo complesso residenziale. Una strage che alla fine farà contare quasi 300 vittime, di cui 36 straniere. Tra questi ci sono anche tre dei quattro figli di Anders Holch Povlsen, proprietario della catena di abbagliamento Asos. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, uno dei sette kamikaze si... View Article