“Il trono di sabbia”: dentro al potere in Medio Oriente

“Il trono di sabbia”: dentro al potere in Medio Oriente I venti di guerra soffiano di nuovo sulla Libia; non che ai tempi di Gheddafi la situazione fosse più semplice, d’altra parte, dalla caduta del Colonnello in poi è sempre stato difficile parlare di pace nel paese. La pace è un obiettivo ancora più lontano in Siria dove nonostante il progressivo indebolimento dell’Isis, è ancora lontano un qualsiasi tipo di ritorno alla “normalità”. Entrambe sono solo le situazioni più “gravi”, quelle che in modo più pressante riescono a tenere viva – si fa per dire – l’attenzione sul mondo mediorientale. Eppure, nel frattempo, il Medioriente continua a pulsare freneticamente. Un’ondata di proteste che potrebbe sfociare in una nuova “primavera araba” sta attraversando l’Algeria; da tempo il Qatar si è aperto al mondo, nel bene e nel male, complice l’organizzazione dei prossimi mondiali di calcio e, tanto per rimanere in tema, l’ultima edizione della Supercoppa italiana ha portato in superficie le relazioni controverse tra Italia e Arabia Saudita. Le tensioni sorte intorno al ruolo internazionale di Turchia, Egitto, Iran e Pakistan continuano ad agitare la politica. A questo punto, non si può non citare il recente colpo di stato in Sudan... View Article