Cognome della madre alla nascita, quando è concesso dalla legge

Cognome della madre alla nascita, quando è concesso dalla legge Una questione molto discussa negli ultimi anni è quella della possibilità di dare il solo cognome della madre ad uno o più figli. Recentemente è intervenuta la Corte Costituzionale con sentenza e il Ministero dell’Interno con una circolare che hanno chiarito come rispondere a tale quesito. Vediamo di seguito come si sono pronunciati. Cognome della madre: che cosa hanno stabilito Consulta e Ministero dell’Interno Una recentissima sentenza della Corte Costituzionale ha appunto chiarito ai genitori come comportarsi nella scelta del cognome al figlio. Ha stabilito che, allo stato attuale, non è consentito dare ai neonati il solo cognome della madre. Ha però aggiunto che esso può essere aggiunto a quello del padre. Con la risultanza che si avrà un doppio cognome. Il Ministero dell’Interno ha poi integrato la risposta alla questione, sancendo – con circolare – che il doppio cognome è possibile se c’è accordo dei genitori; laddove non ci sia, continua ad applicarsi la regola convenzionale dell’esclusività del cognome paterno. Forse può interessarti la nostra guida su divorzio e diritto di famiglia. Cognome della madre: gli effetti di tali provvedimenti sui genitori Pertanto, allo stato attuale dell’ordinamento normativo, su cui sono intervenuti questi due provvedimenti, i genitori hanno due scelte differenti. Attribuire al figlio il... View Article