•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 18 dicembre, 2014

articolo scritto da:

Beppe Grillo attacca Napolitano: “Dovrebbe costituirsi non dimettersi”

Grillo grida al Colpo di Stato

Napolitano non si dovrebbe dimettere ma si dovrebbe costituire”. Beppe Grillo durissimo contro il Capo dello Stato. “Il nuovo Presidente della Repubblica dovrà essere una persona che non firmi qualsiasi cosa, una persona di buon senso, una persona normale e al di fuori degli schieramenti politici”.

“Uscire subito dall’euro”

Nel corso del pomeriggio, il leader del Movimento 5 Stelle è tornato sul referendum per chiedere l’uscita dall’euro. “Il nostro obbiettivo è portare milioni di firme, far emergere la suprema volontà popolare e portare gli italiani al referendum entro l’anno prossimo. L’Italia deve uscire dall’euro prima che sia troppo tardi. Durante il primo week end -ricorda Grillo- sono state raccolte migliaia di firme in tutta Italia grazie all’attività volontaria di tantissimi attivisti e portavoce sul territorio, al freddo e in alcuni casi sotto la pioggia. La raccolta andrà avanti fino a giugno 2015, puntiamo a milioni di adesioni!”.

“La legge di iniziativa popolare che è stata proposta dal M5S per indire il referendum è di livello costituzionale, questo vuol dire che ha lo stesso livello di importanza della Costituzione – dichiara Grillo -. Infatti il referendum consultivo non è stato previsto dalla Costituzione, ma come è già stato fatto nel 1989 prima dell’ingresso nell’euro è possibile prevederlo con una legge costituzionale: ossia quella proposta come legge popolare dal M5S e che i cittadini potranno sostenere con una firma a partire da sabato 13 dicembre”. E la scelta dello strumento referendario è in linea “con la storia del Movimento” dice Grillo. “Siamo nati per espandere la democrazia, abbiamo sempre fatto quello che abbiamo detto”.

Il membro del direttorio Luigi Di Maio garantisce di avere già raccolto le firme necessarie: “Abbiamo già raggiunto il numero minimo delle firme necessarie per la presentazione dei referendum. Siamo sicuri che in sei mesi raccoglieremo milioni di firme. Il referendum sull’euro deve essere soltanto l’inizio – aggiunge poi – vogliamo che ci sia un sussulto anche negli altri Paesi dell’eurozona”.

dimissioni napolitano

“Pd referente di Buzzi e Carminati”

“Buzzi parlando con Carminati dice: ‘il problema e’ che non ci stiamo più noi. Grillo è riuscito a distruggere il Pd’. Vuol dire che il referente loro a Roma e altrove è un partito che si chiama Partito Democratico”. Ancora: “Se avessimo fatto un’alleanza con il Pd adesso staremmo dentro questa roba qua”, spiega Grillo riferendosi all’inchiesta. “Poi che siano disonesti anche a destra nessuno lo mette in dubbio. Sono anni che lo diciamo che stanno fingendo di essere l’opposizione l’uno e dell’altro. Li chiamavamo Pd e Pd meno L. Questa frase deve farvi pensare”.

Dure reazioni dal Pd

Il Partito democratico non ci sta e reagisce duramente alla parole del leader del MoVimento. Il vicesegretario Lorenz Guerini liquida Grillo con una battuta: “Una volta era un comico e faceva ridere, ora mette solo infinita tristezza”. Anche Matteo Orfini, presidente del partito, stigmatizza del parole di Grillo: “Noi combattiamo la mafia tutti i giorni, tu vai in giro a dire che non esiste”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

4 comments
Antonio Rossi
Antonio Rossi

Non fate più vedere questo pagliaccio che fa paura ai bambini.

Trackbacks

  1. […] stampa, Matteo Salvini ha attacco tutti i suoi avversari politici. Il primo bersaglio è Grillo e il suo referendum per l’uscita dall’euro: “Se Grillo vuole parlare seriamente del dopo euro noi ci siamo perché l’euro crollerà. […]

  2. […] durante la presentazione del referendum contro l’euro aveva tuonato contro Napolitano “Più che dimettersi dovrebbe costituirsi“. In una lettera al Corriere della Sera, il regista difende il capo  dello Stato […]