Esportazioni Italia, nulla da fare, il gap tra Nord e Sud rimane e si allarga

Esportazioni Italia, nulla da fare, il gap tra Nord e Sud rimane e si allarga Le esportazioni sono state negli anni della crisi l’unica ancora di salvezza della nostra economia. Quando domanda e investimenti crollavano le vendite all’estero erano l’unica forza trainante del PIL. Quella che perlomeno impediva crolli peggiori. E non solo per il calo delle importazioni, ma proprio per la crescita dell’export stesso. Oggi il suo ruolo è differente. La ripresa italiana, più forte del previsto, pur inferiore a quella europea a causa di problemi strutturali, è trainata da domanda e investimenti, finalmente. Il ruolo dell’avanzo nella bilancia commerciale rimane importante, anche perchè con la crescita non si intravede un suo peggioramento come spesso accade (con il maggior aumento dell’import). Ma non è più unico. E allora in una situazione stabilmente positiva da questo punto di vista diventa probabilmente più interessante analizzare come la continua crescita delle esportazioni, fatto acquisito da tempo, si distribuisca tra le regioni italiane. E qui arrivano notizie non necessariamente positive per l’equilibrio dell’economia italiana. Esportazioni Italia, male il Sud Perchè il Sud non riesce a progredire. Anche in questo campo è il Centro-Nord a guidare. Non solo a livello di valori assoluti, come... View Article