Riforma del Catasto in arrivo, tasse immobili verso l’aumento. Ecco quanto

Riforma del Catasto in arrivo, tasse immobili verso l’aumento. Ecco quanto Ci sono temi in auge da moltissimi anni e ciò è dovuto dalla loro complessità. Ma anche alla scarsa volontà dei governi di trattare temi impopolari. Tra questi vi è certamente la riforma del catasto. La riforma prevede e passa dalla convergenza tra fisco e mercato. Perché finora è stata rimandata? Perché la sua entrata in vigore prevederebbe maggiori tasse per le famiglie italiane e avrebbe una inevitabile conseguenza sul mercato immobiliare che già risente abbondantemente della crisi economica. Riforma del Catasto, estimi bloccati da 30 anni Le strade sono due: lasciare tutto invariato e quindi continuare a far pagare le tasse sulla base degli estimi fermi a trent’anni fa oppure apportare le modifiche previste per rendere i nuovi valori sostenibili. Cosa cambierebbe? In sostanza la riforma del catasto presuppone e passa dalla revisione delle rendite catastali dei fabbricati ubicati su tutto il territorio nazionale. Ciò avverrebbe attraverso un nuovo sistema di calcolo per l’attribuzione delle rendite catastali non più espresso sul numero dei vani ma sui metri quadrati dell’immobile. Inoltre la riforma del catasto dovrebbe portare all’introduzione di una nuova classificazione per la destinazione d’uso immobile; attraverso la distinzione... View Article