Pace fiscale 2018: quando parte e requisiti, Salvini avvia il condono

Pace fiscale 2018: quando parte e requisiti, Salvini avvia il condono. La pace fiscale 2018 è uno dei punti centrali del programma di governo M5S-Lega. Oltre alla flat tax e al reddito di cittadinanza, tra le misure economiche più quotate c’è anche la pace fiscale. Che nel testo del programma è intesa come semplificazione di un sistema troppo oppressivo; nonché un rimedio a quanto tolto a molti lavoratori, costretti a chiudere le proprie aziende per i debiti contratti a causa dell’elevata pressione fiscale. L’opposizione non ci sta e lo chiama condono, anche perché il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha fissato un tetto sotto il quale i debitori sarebbero “messi in salvo”. Questa soglia, annunciata in occasione del 244° anniversario delle Fiamme Gialle, sarebbe di 100 mila euro. Pace fiscale 2018: quando parte e requisiti Pace fiscale 2018, o per meglio dire 2019. Potrebbe infatti essere introdotta nella prossima Legge di Bilancio la maxi rottamazione delle cartelle esattoriali per molte persone che hanno debito inferiori a 100 mila euro. Anche se, più di maxi rottamazione, si parla di vero e proprio “condono”. La rottamazione cartelle è però ancora in atto e a maggio 2018 è scaduto il termine di presentazione delle... View Article