•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 11 febbraio, 2015

articolo scritto da:

Madia: “Attenzione per gli idonei ai concorsi, ma no certezza assunzione”

madia ministro pa controlli medici inps

Gli idonei della PA “meritano attenzione soprattutto dopo che leggi e sentenze hanno chiesto di ricorre alle graduatorie prima di nuovi concorsi, ma questa attenzione non si può tradurre come per i vincitori in un diritto, in una certezza”. Così il ministro Marianna Madia: “Vogliamo tutelare le loro aspettative ma non a danno dei vincitori”.

Ora, dato il superamento delle Province, previsto dalla legge Delrio, “noi, come Governo, concentriamo ogni sforzo per ricollocare, in base alle loro competenze e negli uffici dove ce ne è bisogno, tanti dipendenti pubblici”, spiega il ministro della Pubblica Amministrazione, nel corso del Question Time alla Camera. A riguardo il ministro porta come esempio quello degli uffici giudiziari, dove “proprio attraverso la mobilità dei dipendenti delle Province si vogliono colmare le carenze di organico”.

boschi madia su riforma pa e quota 96

Tutto ciò, sottolinea Madia, senza “nulla toglie ai vincitori di concorso, a cui il Governo riconosce assoluta priorità. E – ricorda – la Legge di Stabilità ha fatto salvi i vincitori di concorso”. Quindi, prosegue il ministro, i vincitori si trovano in “una situazione diversa e di maggior diritto rispetto agli idonei”. Sul punto, infatti, il ministro evidenzia come “non sia ammissibile che la Pubblica Amministrazione bandisca un concorso per determinati posti e poi non assuma i vincitori. Ed è anche per evitare quest’effetto, avuto negli anni passati, che nel dl 90 sono state semplificate le procedure per assumere ed è stata eliminata la doppia autorizzazione per assumere, oggi invece è unica”.

Sulla questione ‘Quota 96‘ per diverse ragioni non si sono verificate le condizioni per un intervento unico». Così il ministro Pa Marianna Madia al question time. Sono, aggiunge. “Circa 4mila docenti, dati Inps confermati dal Miur, a cui possiamo sottrarre circa mille insegnati che verranno tutelati dalla sesta salvaguardia”.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

5 Commenti

  1. Carla Ceretelli ha scritto:

    😀

  2. Antonio Romeo ha scritto:

    La Madia ha giustamente sottolineato la differenza tra i vincitori dei concorsi che spero siano stati tutti assunti da quelli risultati idonei da tenere in conto per ulteriori assunzioni

  3. Roby Locci ha scritto:

    si è pravissimissima…la megglio…

  4. lawrencedaniello ha scritto:

    Veni vidi vici… ma non mi assumono! Gli stessi vincitori “di
    diritto” dei concorsi pubblici banditi negli ultimi anni sono tutt’altro che assorbiti
    nella loro totalità, basti consultare i primi dati del monitoraggio dei vincitori
    e idonei avviato dal Dipartimento della Funzione Pubblica a questo indirizzo:
    http://goo.gl/VDS16y, che stima in 3061 i vincitori delle pubbliche
    amministrazioni ancora da assumere, e si tratta di dati provvisori (le
    amministrazioni non sono, peraltro, obbligate ad aderire al monitoraggio). Un
    esempio ex multis: il maxi-concorso di Roma Capitale bandito nel 2010 ha finora
    sfornato appena 300 assunti su 1995 vincitori di diritto, il 15% dei posti
    messi a bando! Morale: non è possibile concepire che in un paese occidentale
    superare un concorso pubblico non produca la certezza giuridica sancita
    dall’articolo 97 della Costituzione, ma anni di attesa per l’ingresso nella PA!
    Chi sceglie la via legale è lasciato a casa, quasi un popolo di invisibili, e i
    sine titulo sono prorogati e magari stabilizzati con una leggina ad hoc: i
    vincitori sconfitti dai parenti! E’ di questi giorni, peraltro, il grido
    d’allarme della Ragioneria dello Stato: “Il mantenimento prolungato delle
    politiche di contenimento del turnover finirà per porre in pochi anni un
    problema di sostenibilità dei servizi erogati” (Fonte ANSA, http://goo.gl/nSlrjH). E’ tempo di una società
    più giusta, dove i padri aiutino i propri figli, dove il conflitto
    generazionale sia soppiantato da un modello sociale basato sulla solidarietà
    organica.
    Collegamenti utili: 
    – https://www.youtube.com/watch?feature=youtu.be&v=yTSiGQo-VWg&app=desktop
    – https://www.youtube.com/watch?v=vprz36rbsjY
    – http://l.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fproceduregiustizia.altervista.org%2F&h=eAQH0247U&enc=AZPpSjYaSPStk11s4H-FIU4YE8V_ed98sUhHLvTJnW-bbZe703R2R7dZUrE1zPH_gLnIPh3kthqlsbdcnaaU_xaNZbczDnrojp5aMnX62hhfZwqVntpLLiAhFp01Z6nO7kojpWPDxKZOhjBH7M7exflGMv57FAsZN-QfXnb6-SvcIw&s=1
    – http://www.22concorsi.comune.roma.it/
    – https://www.facebook.com/groups/235487856616529/
    – https://twitter.com/ConcorsoneRoma
    – https://twitter.com/Vincitoridonei
    – http://comitatoxxviiottobre.jimdo.com/

  5. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    e dov’è la novità? Ho un amico che è stato chiamato dopo 10 anni dal concorso.

Lascia un commento