•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 20 maggio, 2015

articolo scritto da:

Reddito minimo, Cei contro Grillo “Assistenzialismo non serve”

Il reddito minimo, promosso da Beppe Grillo e da parte del Pd, non piace alla Cei. “Accompagnare: la parola che il Papa ha detto a noi vescovi, la diciamo alla società. Accompagnare alla formazione, ad un lavoro, evitando progetti di assistenzialismo. Il reddito minimo ma anche la cassa integrazione non deve essere mai finalizzata a fare niente” dice all’Ansa mons.Giancarlo Bregantini, audito per la Cei in Parlamento.

Parole che trovano d’accordo Ncd. “Sono assolutamente condivisibili le considerazioni espresse da monsignor Bregantini, presidente della Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, il quale, audito in Commissione Lavoro al Senato in relazione alle ipotesi legislative di un reddito minimo garantito, ha invitato ad evitare ogni forma di assistenzialismo e ad agire contro la povertà prevenendola nei luoghi ove si forma” scrive Maurizio Sacconi, presidente della Commissione lavoro del Senato, nella sua rubrica Ve lo dico alle sei pubblicata sul blog dell’Associazione amici di Marco Biagi.

Reddito minimo, Grillo cerca l’asse con Maroni

Nonostante la bocciatura della Cei, Beppe Grillo va avanti e cerca un asse con il presidente della Lombardia, Roberto Maroni, anche lui promotore di un reddito minimo in salsa lumbard. “Il M5S, come è avvenuto in Lombardia, presenterà proposte di legge per l’introduzione immediata del Reddito di Cittadinanza in tutte e sette le regioni in cui entrerà dopo le elezioni del 31 maggio” annunciail leader del M5S sul suo blog. “È una manovra possibile da realizzare, sia a livello nazionale, sia a livello regionale, grazie alla possibilità di accedere ai fondi sociali europei” spiega.

Obiettivo, dice Grillo, “garantire a ogni cittadino un reddito pari almeno alla soglia di povertà stabilità dall’Istat, incluse le pensioni minime che salirebbero a 780 euro. È il primo punto del nostro programma: Nessuno deve rimanere indietro!”

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

114 Commenti

  1. massimo_lazzari ha scritto:

    FabrizioDalCol ANDREAZANETTIN Famiglia Cristiana la pensava differentemente http://twitter.com/massimo_lazzari/status/601091200679059456/photo/1

  2. acqu_marina ha scritto:

    FabrizioDalCol ANDREAZANETTIN Loro preferiscono la carità pelosa quella che chi è beneficiato deve baciargli la mano grato #Insopportabili

  3. giulezio ha scritto:

    FabrizioDalCol PaolaTacconi…gli fa scemare il #BUSINESSdellaCARITÀ pare..come fanno poi i poveracci ad accalappiare?…#FURBASTRIdALTARE

  4. FabrizioArcarese ha scritto:

    A questo punto, non date l’8 per mille alla chiesa cattolica, perchè è una pratica assistenzialistica, “chiedilo a loro” ( anche se il 60% di quella raccolta finisce per finanziare il clero e le sue gerarchie, chiedilo a loro),

  5. Beppe Roca ha scritto:

    No vabbe a sto punto pagate sta caxxa i tasi, tari, tares.

  6. Carmine Noviello ha scritto:

    non c’è assistenzialismo. se rifiuti tre lavori, tolgono il reddito di cittadinanza. mentre bisogna evidenziare la VERGOGNA della CEI che si intromette nelle quetioni politiche italiane. PAGASSE L’IMU

  7. Nicola Schiralli ha scritto:

    Il reddito di cittadinanza è una stronzata e una forma di assistenzialismo inutile e indiscriminato. Chi dice il contrario è palesemente in malafede

  8. Stefania Pellerucci ha scritto:

    Neanche i nostri soldi a voi, se e ‘ per questo!

  9. Luigi Viglione ha scritto:

    E nemmeno la Cei ha capito una mazza. Ma leggere cosa prevede la proposta…nessuno? Il reddito di cittadinanza prevede un sostentamento per un periodo limitato durante il quale il governo si impegna a formare il cittadino, professionalmente parlando, e a creare lavoro. Nel caso in cui il cittadino rifiuti l’offerta di lavoro, perde il diritto al reddito di cittadinanza.

  10. Patrizia Patty ha scritto:

    Non vogliamo elemosine vogliamo LAVORO!!!!!!!!!!!!!

  11. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Il lavoro rientra nel reddito di cittadinanza. Sai come funziona almeno?

  12. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Il Reddito di Cittadinanza prevede di dare (ai disoccupati e gli inoccupati) o far arrivare chi non ci arriva (pensionati, disabili, ecc.) a 780 euro per 3 anni, non tutta la vita come molti ingenuamente credono, per avere un reddito e rientrare nella società, far ricominciare piano piano a far girare l’economia. Durante quei 3 anni vengono fatte 3 offerte di lavoro che includono anche un corso di formazione per 8 ore alla settimana. Chi rifiuta tutte e 3 le proposte, perde il Reddito di Cittadinanza ALL’ISTANTE.

  13. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Ha parlato l’uomo più informato sulla Terra. Ma a parte le sciocchezze indottrinate dalla tv, qualcosa di tuo la sai dire?
    Il Reddito di Cittadinanza prevede di dare (ai disoccupati e gli inoccupati) o far arrivare chi non ci arriva (pensionati, disabili, ecc.) a 780 euro per 3 anni, non tutta la vita come molti ingenuamente credono, per avere un reddito e rientrare nella società, far ricominciare piano piano a far girare l’economia. Durante quei 3 anni vengono fatte 3 offerte di lavoro che includono anche un corso di formazione per 8 ore alla settimana. Chi rifiuta tutte e 3 le proposte, perde il Reddito di Cittadinanza ALL’ISTANTE.

  14. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Serve anche a non rendersi più ricattabili, sia per il voto di scambio (per chi è abituato a vendersi il voto) e sia per lo sfruttamento sul lavoro

  15. Nicola Schiralli ha scritto:

    intanto quel reddito spetterebbe a TUTTI, anche a gente che delinque, che lavora a nero o che si fa mantenere dai genitori ricchi e risulta nullatenente. Io a sta gente non voglio dare manco un euro, altro che 7000 euro l’anno per 3 anni. Poi pure io sapendo che per 3 anni posso accumulare più di 20000 euro mica lavorerei, sai quante cose ci faccio con quei soldi io che non ho famiglia da campare

  16. Nicola Schiralli ha scritto:

    ah e giustamente combatti lo sfruttamento sul lavoro…dando soldi? O il voto di scambio dando 780 euro al posto di 50? (perchè i poveri spesso poco acculturati che hanno quei soldi secondo te votano altro?). Non commento va che è meglio

  17. Patrizia Patty ha scritto:

    Ingenuamente abbiamo sempre creduto /sperato tante cose….il redditto di cittadinanza non e’ stato ancora approvato e dubito fortemente che lo facciano.Dall’imbonitore Renzi, questo e altro…..cio’ non toglie che potrebbe farcela, ma sicuramente dopo, ce lo scontera’ malamente….U0001f622

  18. Ilaria Airali ha scritto:

    Chissà’quanti suicidi si sarebbero evitati

  19. Giuseppe Perdichizzi ha scritto:

    L’8 per 1000 al reddito di cittadinanza così la cei non avrà più niente da ridire.

  20. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Intanto iniziare a capire l’indispensabilità di questa vera manovra economica per una volta dalla parte dei cittadini, è un primo passo.. se lo chiediamo tutti a gran voce, per il terrore di perdere consenso, qualcosa forse verrà fatto…

  21. Patrizia Patty ha scritto:

    Lo spero

  22. Camilla Santoro ha scritto:

    voglio allertare sul fatto che adesso butteranno fango infinito sul M5S, stiamo attenti e votiamo per i PERSEGUITATI ONESTI del Parlamento ….ricordo che circa 30 parlamentari del M5S sono stati SANZIONATI CASUALMENTE in questi giorni in cui si è discusso il DDl scuola…..attenti la PARTITo CRAZIA è TERRORizzata dalle Amminstrative Soprattutto della Liguria

  23. Camilla Santoro ha scritto:

    il reddito di cittadinanza una STR+++++? e come mai c’è in tutta Europa tranne Italia e Grecia, ovvero là dove la MISERIA sta DILAGANDO ?

  24. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Il lavoro in nero continuerà a crescere ulteriormente se continuiamo così. Questo è anche un primo passo reale per cominciare a ridurlo. E poi scusa, come fai a dire che lo prenderebbero quelli che delinquono? Se hanno la fedina penale sporca mica lo prenderanno, ci saranno dei requisiti da rispettare altrimenti nulla! Se rifiutano 3 lavori lo perderanno immediatamente. Leggi bene cosa ho scritto sù. E resta il fatto che i soldi utilizzati per il reddito non saranno soldi che toglieranno a noi, come hanno fatto finora tutti i governi, ma li toglieranno alle spese militari inutili e dannose come quella per gli F35, da chi gestisce le slot machine che si sono visti condonati 98 miliardi dai politici di professione, dalle pensioni d’oro, dai vitalizi e altro ancora!
    SE RIFIUTI 3 OFFERTE DI LAVORO LO PERDI PRIMA DELLA SCADENZA DEI 3 ANNI! È così difficile da capire? Smettila di ragionare come schiavo! Ci stanno distruggendo volontariamente quando le soluzioni a tutti i nostri problemi ci sono, ma la gente non ne è informata!

  25. Camilla Santoro ha scritto:

    la CEI ve la raccomando,,,,ovvio che non può amare il M5S altri sono i politici a loro graditi……

  26. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Pensa che le banche italiane tutte insieme evadono 2.100 miliardi ALL’ANNO, creando denaro dal nulla con un click del computer, tra mutui e prestiti vari! Se si tassassero questi soldi, almeno alla quota minima del 27%, sarebbero 600 miliardi all’anno da poter utilizzare per risolvere tutti i problemi del Paese! Secondo te perché questa cosa non viene fuori? Perché crollerebbe la menzogna di cui siamo stati vittime per secoli sempre di più! Questa cosa neanche i 5 Stelle ancora hanno la forza di dirlo, sia perché non tutti conoscono l’argomento approfonditamente, sia perché sanno che il popolo ci crederebbe abituata sempre al martellamento mediatico dell’ “abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità”.

  27. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Impariamo a capire di nuovo cosa è giusto e cosa è sbagliato, chi sono gli oppressori e chi gli oppressi.. smettiamo di dividerci tra noi mentre il potere se la ride.. informiamoci, informiamoci, informiamoci 😉

  28. Gianpiero Genovese ha scritto:

    a parte che il reddito di cittadinanza fa parte di un progetto di inserimento al lavoro .. poi la cei è quasi ora che si tiri su le maniche e cominci ad aiutare i disoccupati.. invece di sparare cazzate neo liberiste come al solito

  29. Mirko Di Francesco ha scritto:

    Dicono così perché nel reddito di cittadinanza è previsto anche un contributo da parte della chiesa se non sbaglio. Ingordi.

  30. Mirko Di Francesco ha scritto:

    Allora aspetta una decina d’anni

  31. Nicola Schiralli ha scritto:

    Non attaccare col vittimismo – complottismo alla Grillo che non attacca. Negli altri paesi c’è un sussidio di disoccupazione, non un’elemosina di stato da dare a CHIUNQUE. Il reddito di cittadinanza sarebbe solamente un’entrata cospicua dello stato (perchè le coperture non ci saranno mai, checchè se ne dica tra le fonti pentastellate) da dare indiscriminatamente a chiunque sia cittadino con un certo livello di reddito. Quindi lo si darà a chi delinque (e magari lo fa di nascosto e non è mai stato scoperto), a chi lavora in nero (e non sarà certo un’elemosina di stato a far cambiare loro idea), a chi non paga le tasse, a chi si fa mantenere a spese di qualcuno abbiente e quindi risulta nullatenente (alias bamboccioni). E pensi che gli italiani dopo aver ricevuto questo “reddito” diventano tutti onesti di colpo e iniziano ad agire in buona fede? Non prendiamoci in giro, almeno 1/3 dei beneficiari sarà ricompreso nelle categorie dette prima, e quindi NON NE DOVREBBE AVERE DIRITTO. E il fatto che dopo tre anni se fanno cazzate li perdono NON è UNA CONSOLAZIONE, perchè incasserebbero comunque oltre 20000 euro, che è un’enormità e moltiplicata per migliaia di persona fa uno sproposito. Quindi o lo chiamiamo assistenzialismo inutile o voto di scambio legalizzato. Fate un pò voi

  32. Gianpiero Genovese ha scritto:

    Nicola fammi il favore.. statte zitto

  33. Nicola Schiralli ha scritto:

    Ma stai zitto tu (e ha fatto pure scienze politiche, pensa un pò la qualità delle università italiane…)

  34. Gianpiero Genovese ha scritto:

    lascia perdere non ce la fanno a capire

  35. Patrizia Patty ha scritto:

    Hai perfettamente ragione nell’asserire che il potere si diverte alle nostre spalle, dividendoci e dividendosi in dx e sn, mentre a riflettori spenti si danno pacche sulle spalle e vanno a cena assieme.Non siamo addormentati, ma tanto incazzati…siamo ancora un popolo di brava gente che non si vuole sporcare le mani su quella razza di persone come sarebbe giusto….sarebbe giusto, leggittimo unirci per trovare soluzioni, ma la corruzione dilaga sempre piu’, il terreno e’ fertile, per me la soluzione sarebbe una sola, ma non la posso scrivere, auguri e resistenza a tutti

  36. Adriano Buoso ha scritto:

    I penta stellati, un movimento inutile!

  37. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Mi spiace che continui a non capire, si vede che ci sono ancora altre cose che devi comprendere prima di arrivare a realizzare che il reddito e il lavoro non sono necessariamente interconnessi e dipendenti l’uno dall’altro.
    I dati che ti ho detto sono reali, non vittimismo – complottismo. Semplicemente non parlandone nessuno dei media, pensi siano cazzate e basta. http://salvo5puntozero.tv/denuncia-una-banca/
    Sono pazzi questi a denunciare le banche? 😉 Libero di pensarlo, intanto c’è gente che inizia ad alzare la testa davanti ai soprusi legalizzati.

  38. Nicola Schiralli ha scritto:

    Sì denunciamo le banche, consideriamo le aziende il male supremo e diamo soldi a chi fa le rapine o a 30 anni si fa mantenere da papà e mammà. Ci manca solo che torniamo al baratto o a pagare in conchiglie e stiamo a posto.
    P.S: se le banche fanno soprusi è solo perchè il popolino è troppo bove e inventerà sempre qualcosa o qualcuno più in alto di lui a cui dare la colpa

  39. Nicola Schiralli ha scritto:

    P.P.S: solamente dopo il prossimo fallimento di Tsipras in Grecia capirete che il semi-comunismo e l’assistenzialismo sfrenato in economia sono destinati SEMPRE a fallire

  40. Anna Friscia ha scritto:

    Quindi tutta Europa!

  41. Cinquestelle Graziella ha scritto:

    ps: Patrizia come si crea lavoro in un paese in cui il lavoro non c’è??? Con la bacchetta magica? Hai qualche idea??

  42. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Nicola è inutile, se parli così è perché tu stai ancora bene e non hai interesse ad approfondire oltre un certo limite, simili argomenti. Sembra davvero inutile sprecare energie per farti capire la truffa schiavizzante in cui stiamo affondando. Io c’ho provato. Continua per la tua strada… a pensare che il sistema ti tuteli così com’è. Mi dispiace non esserci capiti. Ciao.

  43. Nicola Schiralli ha scritto:

    Parli come uno di una setta, gente come te non ho alcuna voglia di ascoltarla. Bye

  44. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Sono un cittadino normalissimo, solo informato e disintossicato dai media ufficiali che mentono quotidianamente, e da un sistema che finge di esistere per il nostro bene ma che invece ci sta distruggendo volontariamente. Cerca in rete l’esperimento della “rana bollita”, è brevissimo. Buona fortuna.

  45. Gian Maria Lupparelli ha scritto:

    Parlano i mantenuti….

  46. Patrizia Patty ha scritto:

    E’ piu semplice di quanto si pensi, basta la volontà di farlo, per il bene comune di tutti, permettendo ai datori di lavoro di poter assumere, Alla gente,di poter spendere…per assurdo investire x il lavoro, che dara’ sempre piu’ lavoro e un rialzo dell’economia.Promuovere il made in Italy quasi in tutto, rivalutare il lavoro artigianale, la vorare la terra ecc ecc.Ogni nazione avrebbe la propria originalita’ e competitivita’, un po di sacrificio per un futuro migliore.tasse piu’ basse, pagare meno per pagare tutti!non sono utopie, ma linee di buon senso e rispetto per il popolo.Non chiediamo di meglio, ma qualcuno deve iniziare, non sara di certo Renzi, e tantomeno le altre nazioni che ci controllano

  47. Marcello Novelli ha scritto:

    Effettivamente.

  48. Erminia Vicario ha scritto:

    Imbecilli

  49. Franco Lupattelli ha scritto:

    Certo la cei non vuole concorrenza.

  50. Alessandra Abis ha scritto:

    se il vaticano pagasse l’IMU e gli venissero tolte tutte le regalie del nostro governo (con i soldi nostri) le nostre tasse si ridurrebbero di almeno il 25% capito! E’ facile fare i finocchi (gay) col culo degli altri ( quindi il nostro) cari vescovi della Cei.

  51. Monello Speciale ha scritto:

    Gia’ perchè se diamo un reddito minimo a tutti quelli che ne fabbisognano , poi quei soldi non possono più essere in parte regalati al vaticano….

  52. Angela Di Siena ha scritto:

    Vogliamo lavoro e dignità e non elemosina, quella lafacciamo a Grillo.

  53. Donatella Buzzatti ha scritto:

    ma figuriamoci, sono decenni che manteniamo schiere di lavoratori socialmente utili e dannosissimi. Rifiuterebbero subito l’offerta di lavoro, in quanto si scoprirebbero tutti amanuensi, guantai, ombrellai, dattilografe: e quindi incasserebbero in attesa di un posto da amanuense. Una truffa, un furto ecco cosa sarebbe al Sud il reddito di cittadinanza, e la CEI che tramite le parrocchie ha il polso della situazione lo sa benissimo.

  54. Donatella Buzzatti ha scritto:

    secondo voi una ragazza farebbe la commessa a 1000 euro il mese (in Sicilia 500/600) quando può prenderne 780 per non fare niente? O un ragazzo si fa un mazzo in fabbrica quando può avere 780 euro da spararsi al pub senza far niente?

  55. Donatella Buzzatti ha scritto:

    magari fosse inutile. Dannoso.

  56. Mauro Fora ha scritto:

    non hanno capito che non è assistenzialismo

  57. Giuseppe Marasco ha scritto:

    Forse perché non rimangono soldi per loro?

  58. Luigi Viglione ha scritto:

    Allora non ci siamo spiegati. Durante il periodo in cui si percepisce il reddito, ti fanno formare professionalmente per una tipologia di lavoro disponibile. Poi ti si offre la possibilita di lavorare nel settore in cui ti hanno fatto formare e se rifiuti perdi il reddito. Ma è tanto difficile da capire? P.S.: Il reddito di cittadinanza non ha una durata eterna.

  59. Luca Antonini ha scritto:

    Il Reddito di Cittadinanza Grillino è una presa per il culo. Come l’Uscita dall’Euro e tante altre cazzate.

  60. Andrea Feliziani ha scritto:

    Patrizia, se non redistribusici la ricchezzaa ( e il reddito minimo è un modo), non si creranno mai posti di lavoro, che s basano sul consumo…

  61. Carnazzola Franco ha scritto:

    perchè non ci da i suoi miliardi grillo quelli che ha rubato alla rai sparando cazzate!!

  62. Silvestro Trovato ha scritto:

    Da quale pulpito viene la critica, con 8 per 1000 che riceve dai contribuenti questo è il vero assistenzialismo, oggi come oggi il reddito minimo non è altro che sopravvivenza, farlo capire a questi fannulloni di clericali parassita, e massimo rispetto per i Missionari, che non hanno niente a che fare con questi parassita.

  63. George Ross ha scritto:

    Non avete capito nulla tanto meno il mov5stelle , noi e i nostri figlii non vogliamo assistenzialismo questo lo dobbiamo dare a chi per motivi di salute non puo ‘ lavorare , noi vogliamo che si facciano le riforme giuste in modo che gli industriali italiani e stranieri possano investire e creare posti di lavoro questo noi vogliamo !!!
    Fate questo tutti politici insieme e vedrete che finiscono le crisi di governo e si riprende ha camminare con le nostre gambe !!!

  64. Piero Avella ha scritto:

    se continuiamo cosi l’8 per mille lo versa solo chi ha il reddito di cittadinanza . ABBIAMO BISOGNO DI LAVORO NON DI CARITA’

  65. neoxlife ha scritto:

    Tutte io le devo sentire ste stupidaggini da questi caltroni…….Io vedo sempre piu poverta e invece i presidenti di queste assocazioni (ladri) sempre piu ricchi, e poi devo sentire queste cose.

    Queste persone che afferermano queste cose dovrebbero morire all`istante.

  66. neoxlife ha scritto:

    Non voglio essere offensivo,  per me te sei un`ebete……

  67. Andrea Moscatelli ha scritto:

    L’unico qua che sembra appartenere a una setta è questo Schiralli.

  68. Andrea Moscatelli ha scritto:

    Non è carità, come invece lo è l’8×1000. Informatevi.

  69. Adriano Buoso ha scritto:

    Un movimento demenziale senza obbiettivi concreti, se non stupidaggini che non servono a nulla e non risolvono niente!

  70. Berto Db ha scritto:

    Vi darò una notizia fra pochi anni supplicherete per il reddito di cittadinanza , agli imbecilli che chiedono lavoro , il lavoro va ma difficilmente ritorna , provate ad usare un attimo il cervello , perché una produzione ad esempio di slip che da l’italia si è spostata in Cina dovrebbe tornare , il lavoro diminuisce inesorabilmente

  71. Leo Sama ha scritto:

    Assistere i profughi va bene mentre aiutare gli italiani non va bene? Questi geni stanno facendo di tutto per spingere il popolo italiano ad una violentissima rivolta

  72. Franco Gentile ha scritto:

    Hanno paura di perdere l’8 x mille!

  73. Dany Romano ha scritto:

    Il Cei esiste ?

  74. Patrizia Patty ha scritto:

    Ancora con questo redditto minimo……un governo che ti tassa in modo assurdo,puo’ ridistribuire la ricchezza? Dove’ questa ricchezza,se non nelle tasche di chi ci governa!la ricchezza si crea assumendo, creando altri posti di lavoro, e questo puo’ accadere SOLO con sgravi fiscali alle imprese, alle industrie, nuovi posti di lavoro, e l’economia riparte! Lotta all’evasione fiscale serrata, ma se la pressione fiscale e’ bassa,non avremo neanche tanti evasori.Chi deve fare i sacrifici e’ lo Stato, il popolo non ne puo’ piu’, ORA BASTA!!!!!!sono sicura, che questo “redditto di cittadinanza”(sempre se lo facciano) non portera’ a niente….e’ l’intera classe politica che deve estinguersi

  75. Roberto Liberati ha scritto:

    e gia’ e’ molto meglio che il disoccupato vampirizzi il borsellino della nonnetta ….molto piu’ dignitoso …

  76. Roberto Bardelli ha scritto:

    ma proprio loro che vivono di donazioni e di 8x mille ????

  77. Vitale Alfio ha scritto:

    la cei non deve avere più soldi dallo stato Italiano

  78. Antonio Rossi ha scritto:

    Noooo non è possibile che un ateo si trovi a fianco di un alto prete. Non e solo assistenzialismo ma rubare in tasca di chi lavora per dare il malloppo a chi non lavora.

  79. Antonio Rossi ha scritto:

    Patrizia hai pienamente ragione, non solo non porterà a niente ma impoverirà chi suda e versa sangue sul lavoro, o forse gli ingenui del –redd. di citt.pensano siano i padroni con i malloppo nei paradisi fiscali a pagarlo?…Se ora abbiamo un esercito di disoccupati arrabiati poi avremo unesercito di parrasiti che lo mettono in quel posto a chi lavora.

  80. Andrea de Pasqual ha scritto:

    Quanta gente che scrive post stupidi (oltre alla cei)…meritate di rimanere tutti senza lavoro e di morire di fame….poi vediamo se il reddito minimo vi interessa, fenomeni da tastiera!

  81. Vincenzo Nigro ha scritto:

    I preti si che se ne intendono.

  82. Mauro Vecchietti ha scritto:

    I turbo liberisti clericali. Grazie di esistere.

  83. Leonardo Braccio ha scritto:

    Non sono grillino, ma credo che il reddito di cittadinanza sia una cosa sacro santa. Oggi c’è tanta gente che cerca lavoro, magari diplomata o addirittura laureata e con altre esperienze di lavoro alle spalle finite male (licenziamenti, scadenze di contratto non rinnovati, progetti finiti, etc.) e il lavoro non lo trova, non per demeriti, ma proprio perché non c’è. Queste persone vanno aiutate, punto e basta.

  84. Piero Lampis ha scritto:

    Io sono per dare un reddito a tutti si, ma per aver lavorato, non per cittadinanza.

  85. SecondoMatteo ha scritto:

    Monsignor Giancarlo Bregantini e la Chiesa, non vogliono il reddito di cittadinanza perchè, altrimenti non possono incassare i soldi dallo Stato, dalle amministrazioni locali e, dalla gente in buona fede. Forse non tutti sanno che a motivo delle mense sociali, la Caritas incassa soldi  da destra e da manca, dicono: ai poveri e indigenti ci pensiamo noi, così chiedono soldi poi, raccolgono gli avanzi degli avanzi e li servono nelle mense senza sborsare un centesimo, approfittando così anche della buona fede del volontariato che nulla chiedono in cambio, come se non gli bastasse otto per mille da dove estrapolano gli stipendi per il Clero, altro che servizio ai poveri. E poi ancora e ancora. Che la smettano di sfruttare i poveri e di   abbindolare le persone in buona fede. Personalmente penso, (e ho i mie motivi), che la Chiesa istiga alla povertà, per avere il controllo economico – politico sui i cittadini, bisogna chiedersi come mai, In Europa, l’Italia, è la la nazione ad avere più emarginazione sociale senza nessuna tutela? Secondo me la colpa e del Vaticano in  tutte le sue espressioni.

  86. SecondoMatteo ha scritto:

    Patrizia, nell’attesa che creino i posti di lavoro, va bene anche il reddito di cittadinanza come in tutti i paesi civili.

  87. SecondoMatteo ha scritto:

    Franco, non si tratta solo dell’Otto per Mille, di carne al fuoco ne hanno tanta.

  88. SecondoMatteo ha scritto:

    Leo, i buonisti “filoclericali” sono la peggior razza di delinquenti, i profughi vengono sfruttati indegnamente.

  89. Cinquestelle Graziella ha scritto:

    Sono ancora in molti a non aver capito come funziona il reddito di cittadinanza. Patrizia informati meglio prima di scrivere cavolate!

  90. Cinquestelle Graziella ha scritto:

    A Piero lampis’: E se il lavoro non si trova che si

  91. FabrizioArcarese ha scritto:

    Sarò anche un ingenuo, però, mi chiedo, se la Chiesa fa assistenzialismo, vedi la Caritas, come si può accusare Grillo che fare assistenzialismo è sbagliato! Lo trovo incoerente; oltretutto, quasi tutte le nazioni europee fanno assistenzialismo… sbagliano anche loro?

  92. Cinquestelle Graziella ha scritto:

    E se il lavoro non si trova che si fa? Si va a rubare?

  93. FabrizioArcarese ha scritto:

    …e quindi? E’ come dire che anche la CEI o sue diramazioni ( penso alla Caritas) la smettessero di fare assistenzialismo, perchè al sud ( e anche al nord) un piatto di pasta lo troverebbero sempre da loro.
    Mi piacerebbe sentire cosa ne pensa  la CEI del famoso appartamento di 700 mq del Cardinale Bertone…

  94. SecondoMatteo ha scritto:

    Bravo Giuseppe Marasco, a colto nel segno.

  95. Milena Debenedetti ha scritto:

    Vedo che date seguito al titolo fuorviante de la Stampa. Se si legge l’articolo, si capisce che il discorso dei vescovi dice tutt’altro: che cioe’ il reddito deve essere accompagnato da politiche lavorative adeguate, compresi lavori utili alla comunita’, corsi di riqualificazione, ricerca di nuovo lavoro. In cosa questo sarebbe diverso dalla proposta M5*? Un po’ meno sensazionalismo e strumentalizzazione, un po’ piu’ di obiettivita’ e analisi dei fatti, gioverebbe a questo Paese.

  96. Milena Debenedetti ha scritto:

    Bravi, tenetevi i partiti che invece sono cosi’ utili.

  97. Francesco Marino ha scritto:

    Dare 8 x mille alla Chiesa è assistenzialismo, non serve, lo ha detto la CEI (Cittadini Ecumenici Incazzati)

  98. Francesco Marino ha scritto:

    Bene nel frattempo che cerchi lavoro muori di fame! Aprite la mente, fate lo sforzo di provare a capire, leggete la proposta prima di sentenziare!

  99. Giampaolo Molinari Bertelli ha scritto:

    Ma perchè, esiste anche l’articolo sotto al tittolo? Questo dettaglio andrebbe diffuso.

  100. Andrea Di Carlo ha scritto:

    Nemmeno l’8 per mille alla Chiesa cattolica.

  101. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Che ragionamento da schiavi che leggo continuamente… come si può pensare che “si impoverirà chi suda e versa sangue sul lavoro”? È allucinante l’ignoranza dilagante in questo moribondo paese… certa gente mi fa venir voglia di desiderare che si stacchi la spina al Paese. Siete incapaci di informarvi e vi fate strumentalizzare.. Non meritate nulla.

  102. Cinquestelle Graziella ha scritto:

    A PATRIZIA:il reddito di cittadinanza esiste anche negli USA e sapete come funziona? Le agenzie di lavoro ti contattano per proporti un lavoro al terzo rifiuto il reddito di cittad. viene tolto. . Inoltre devi dimostrare di aver cercato il lavoro attraverso annunci,e-mail . Se poi ti presenti personalm presso un uifficio o azienda che cerca personale, l’azienda o ufficio stesso rilascia una lettera con la quale comunica giorno,mese,anno in cui ti sei presentato per cercare lavoro. Altro che parassiti! Il reddito di cittadinanza non è un “regalo” a tempo indeterminato ! Funziona così anche in altri paesi!

  103. Johnny Patrignani ha scritto:

    E si perchè tutti i paesi d’Europa che ce l’hanno fanno elemosina giusto? Ma affogate nella merda allora va che quella vi meritate

  104. Adriano Buoso ha scritto:

    Salvini & Landini & Grullini, teatro inutile!

  105. Attilio Budano ha scritto:

    Ma Grillo non vuole assiste zialis.o ma lavoro in primis!

  106. Pietro Brambillasca ha scritto:

    c’è scritto appruvatela?

  107. Marco Ghetti ha scritto:

    Infatti dare soldi alla Cei è inutile assistenza.

  108. Rodolfo Bolla ha scritto:

    In verità è la Chiesa Cattolica che fa puro assistenzialismo, nel senso che accompagna le persone in difficoltà quando può e finchè può, attraverso le sue assoxiazioni ed i suoi gruppi di volontariato, garantendo un aiuto quasi sempre incondizionato. E questa attività solidale è meritoria, è cosa molto buona, sia chiaro.
    Ma se il diritto alla vita e alla sopravvivenza dev’essere per tutti gli individui, allora la ricchezza prodotta da una comunità deve garantire a tutti il minimo indispensabile per vivere dignitosamente, indipendentemente dal fatto che il lavoro sia stabile, precario oppure non ce ne sia per tutti. I disoccupati e i non occupabili non possono essere soppressi. Sta allo Stato trovare le soluzione adatte: incentivazione agli investimenti, sostenere la ricerca per l’innovazione, riduzione flessibile dell’orario di lavoro, una più equa distribuzione del reddito, un’attività formativa in funzione dell’esigenze delle imprese, ecc.
    Il reddito di cittadinanza è in realtà lo strumento per garattire il diritto alla sopravvivenza a tutte le persone nate nella comunità. La questione dell’impegno personale è un altro problema che richiede certamente attenzione e provvedimenti efficaci, ma il necessario per sopravvivere dignitosamente non può essere negato a nessuno.

  109. Manassero Roma Emanuele ha scritto:

    Direi che il reddito di cittadinanza è una cosa sacrosanta c’è in tutti i paesi… In Italia si deve migliorare gli uffici di collocamento perché non puoi stare sempre con il sussidi.. Ma è anche vero che per creare lavoro ci vuole tempo e chi non ha nessuna entrata non può campare di aria…

  110. Sandro Bellisario ha scritto:

    allora i senzareddito perche non li uccidiamo tutti???

  111. Eligio Santo Masella ha scritto:

    E chi se ne frega se la CEI non é d’accordo , non é una cosa che la riguarda!!

  112. Alan Ford ha scritto:

    La Cei pensi ai pretacci suoi.
    In Europa siamo gli unici a non averlo, oltre naturalmente a quel parassita di Vaticano.

  113. Alan Ford ha scritto:

    Ma pensino ai pretacci loro.

Lascia un commento