•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 14 agosto, 2015

articolo scritto da:

Pil: +0,2% nel secondo trimestre 2015. Frenano la Germania e la Francia.

E’ da anni che ci si chiede quando terminerà la crisi. Previsioni spesso troppo positive, a volte eccessivamente negative hanno attirato l’attenzione rispetto ai dati, quelli scientifici, oggettivi. E dal 2008 questi ultimi sono stati impietosi. Oggi, invece, dopo molto tempo, l’Istat stima per il secondo semestre una crescita del Pil (Prodotto Interno Lordo) dello 0,2%, rispetto al primo semestre.

0,2% è poco, ma in una situazione in cui la crescita era zero o addirittura (soprattutto) negativa, ecco che anche lo 0,2% (ovvero 0,5% rispetto al secondo trimestre 2014) risulti essere un grande obiettivo. Da viale XX settembre (sede del Ministero dell’Economia e delle Finanze) si respira aria nuova. Sono soddisfatti dei dati sul Pil, Padoan e collaboratori, che sostengono come “programmazione finanziaria del governo sia basata su stime affidabili”, e come “dopo 13 trimestri consecutivi di calo tendenziale del Pil, abbiamo 2 trimestri di crescita”. Concludono evidenziando come “il Paese può e deve fare di meglio: riforme strutturali e politica economica favoriranno accelerazione”.

Padoan pensioni

Chi invece giudica non così positivamente la ripresa è l’associazione degli Industriali per eccellenza, Confindustria: “è quello che ci aspettavamo. Purtroppo è la conferma che non c’è una ripartenza vera”. Squinzi, poi, sostiene come via sia necessità del terzo e quarto trimestre positivo, “altrimenti sono guai”. Quali misure propone Squinzi per la crescita del Pil? “Si devono creare le condizioni favorevoli all’impresa, questo è il problema vero. In Italia, finché saremo così bloccati da tutte le complicazioni burocratico-amministrative e in più con tutti i problemi che abbiamo senza fare le riforme, non ci muoveremo”.

giorgio squinzi

Toti: “Servono fatti”

Polemico anche il commento via Twitter del governatore della Liguria Giovanni Toti: “Pil crescita dello zero-virgola. Politica economica #governo sbagliata! Bisogna abbassare le tasse! Basta proclami e promesse, servono fatti”.

Sul lato internazionale, invece, se Stati Uniti d’America e Regno Unito evidenziano un segno positivo (rispettivamente 0,6% e 0,7%), cresce meno del previsto il Pil tedesco (0,4%) e quello francese resta sostanzialmente invariato (0%).

 

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

La colazione dei cavalieri

La colazione dei cavalieri

articolo scritto da: