•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 17 febbraio, 2015

articolo scritto da:

Borghezio: “Gheddafi era il nostro figlio di…”

Mario Borghezio sui rom

Mario Borghezio (Lega Nord) show a La Zanzara su Radio 24. Interrogato sulla crisi libica, l’europarlamentare del Carroccio si lascia andare a giudizi trancianti sull’operato dell’Occidente. “Era meglio Gheddafi, è evidente. Gheddafi era un gran figlio di puttana, ma era il nostro figlio di puttana”. “Gheddafi – dice Borghezio – collaborava con le nostre autorità con accordi che il nostro governo era riuscito faticosamente a comporre. Si era riusciti quasi a minimizzare gli sbarchi”. “A Lampedusa – dice Borghezio – gli abitanti  non dovrebbero più pagare le tasse allo Stato italiano perché sono stati abbandonati”.

Non è la prima volta che il deputato europeo si lascia andare a considerazioni benevole vero il raìs libico. Sia nel 2011, nei mesi immediatamente successivi all’intervento voluto dalla Francia, sia nel 2012, Borghezio aveva utilizzato queste stesse parole intervenendo al Parlamento europeo. Inoltre, ecco la difesa per il leader della Libia: “Un grande leader, un vero rivoluzionario non confondibile con i nuovi dirigenti libici portati al potere dalle baionette della Nato e dalle multinazionali del petrolio. La sua è stata una morte gloriosa. Onore delle armi al templare di Allah. Anche se sono stato il primo e forse il solo a criticare il modo con cui è stato ossequiato in Italia recentemente, devo dire che è stata certamente una morte gloriosa e con le armi in pugno in mezzo ai suoi pochi fedeli che gli erano rimasti”.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: