28/08/2017

Pensioni ultime notizie: ddl Richetti e assegno parlamentari, bastano 2 anni

autore: Ilario Panico
pensioni ultime notizie, legge elettorale, richetti

Pensioni ultime notizie: ddl Richetti e assegno parlamentari, bastano 2 anni

In questi giorni sulle pensioni una delle questioni che continua a essere dibattuta è il ddl ‘s 2888’ del Pd. Il disegno di legge presentato da Matteo Richetti riguarda l’abolizione dei vitalizi ai parlamentari. In sostituzione viene introdotta una pensione calcolata con lo stesso sistema usato per i lavoratori dipendenti statali. Ma ci sono sostanziali differenze rispetto alla Legge Fornero che dal 2011 determina i requisiti minimi per l’uscita. Ecco il ddl Richetti nel dettaglio.

pensioni novità oggi, pensioni notizie oggi, pensioni notizie precoci, pensioni novità precoci, pensioni ultime notizie

Pensioni ultime notizie: ddl Richetti, requisiti generali

La proposta già approvata alla Camera è stata firmata da molti parlamentari, la maggior parte del Pd e qualche 5 stelle. “Hanno accesso al trattamento previdenziale coloro che hanno esercitato il mandato parlamentare per
almeno cinque anni” recita il ddl. In linea di massima molti onorevoli potranno far valere tale requisito a scadenza naturale della legislatura, ma ci sono due punti poco noti.

Pensioni ultime notizie: assegno parlamentari, bastano 2 anni

Una delle cose che è passata sotto traccia è il fatto che per tutti possono bastare 2 anni e 6 mesi per prendere la pensione. Infatti “La frazione di anno superiore a sei mesi è computata come anno intero ai fini della maturazione del diritto, fermo restando il versamento per intero dei contributi“. Questa dicitura unita alla disposizione ” cumulando la durata dei mandati di più legislature” permette il calcolo.

pensioni ultime notizie, anticipo pensionistico, quota 41

Pensioni ultime notizie: 30 mesi di lavoro effettivo

Tecnicamente consentendo il cumulo di più legislature è possibile prestare servizio effettivo per 30 mesi (2 anni e mezzo). Poi per i restanti mesi pagare i contributi per arrivare a 5 anni necessari. Come caso limite, nel dettaglio se un parlamentare in età di pensione presta servizio in cinque legislature per soli sei mesi ognuna, ha facoltà di arrivare al pensionamento tramite pagamento dei contributi restanti. La disposizione sicuramente non farà altro che inasprire le polemiche con chi combatte per la pensione con Quota 41.

IL NOSTRO SPECIALE SULLE PENSIONI A QUESTO LINK

SEGUI IL TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E SU TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Ilario Panico

Giornalista pubblicista classe 1993, iscritto all'albo regionale della Campania dal 2017. Responsabile SEO e coordinatore generale redazioni Termometro Politico, Quotidiano e Sportivo dal 2017. Mail [email protected]
    Tutti gli articoli di Ilario Panico →