• 25
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 24 giugno, 2018

articolo scritto da:

Ballottaggio elezioni comunali 2018: risultati e affluenza in diretta – LIVE

ballottaggio elezioni comunali

Ballottaggio elezioni comunali 2018: risultati e affluenza in diretta – LIVE

PER AGGIORNARE LA DIRETTA PREMI F5 O AGGIORNA LA PAGINA

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

1.00 Ecco i risultati definitivi dei ballottaggi. Il centrosinistra perde 10 capoluoghi di provincia. Il centrodestra certifica il suo ottimo stato di forma e ne conquista 7. Tre sono le roccaforti rosse in Toscana (Siena, Pisa e Massa). Il M5S pareggia i conti, perde Ragusa ma conquista Avellino.

comunali 2018

00.54 Il deputato della Lega Borghi esulta per la vittoria della Lega a Siena.

00.53 Ultimi verdetti. Siena va al centrodestra. Siracusa va al civico Italia.

00.46 Altri verdetti. Il civico Cateno De Luca conquista Siracusa. Con 219 sezioni scrutinate su 254, sta vincendo con il 65,21% dei voti contro il candidato di centrodestra Paolo Reale (34,79%).

00.35 Altri verdetti. Il M5S perde Ragusa, conquistata dal candidato di destra Cassì. Il centrodestra conquista Viterbo e Anagni. Il centrosinistra vince a Gorgonzola e Iglesias.

00.33   In Sicilia sembra spirare forte il vento delle civiche. A Messina, come a Siracura, è davanti un civico , in questo caso, Cateno de Luca al 64,7%.

00.30  A Siracusa, con 11 sezioni scrutinate su 123, è avanti il civico Italia con il 55,4%.

00.27 Il M5S va verso la debacle a Ragusa. Il candidato di centrodestra Cassì è davanti con il 54,5% dopo che sono state scrutinate 58 sezioni su 71.

00.23 Altri verdetti. Scajola conquista Imperia, Teramo rimane nelle mani del centrosinistra mentre in Toscana, la roccaforte rossa Pisa passa al centrodestra così come Ivrea. Il M5S intanto conquista Acireale (Catania).

oo.22 E’ ancora testa a testa a Siena, con il candidato di centrodestra in leggero vantaggio dopo che sono state scrutinate 40 sezioni su 50.

00.18 Anche Sondrio cambia colore. Marco Scaramellini del centrodestra è il nuovo sindaco di Sondrio. Con 11 sezioni scrutinate su 21, è davanti con il 59,7%.

00.15 Ad Imperia con oltre la metà delle sezioni scrutinate Scajola continua ad essere in vantaggio seppur di poco.

00.11 A Siena e Pisa candidati di centrodestra leggermente in vantaggio su quelli di centrosinistra.

00.10 A Viterbo, Giovanni Maria Arena del centrodestra è avanti con il 53,5% sulla civica Chiara Frontini (46,5%) dopo che sono state scrutinate 24 sezioni su 66.

00.08 Affluenza finale al 47,61% 13 punti in meno rispetto al primo turno (60,42%).

00.06 Il centrodestra è avanti in un’altra roccaforte rossa alle porte di Milano. A Cinisello Balsamo infatti, la coalizione capitanata da Ghilardi è avanti con il 58,4%

00.04  A Pisa Conti del centrodestra è avanti con il 51% sul candidato di centrosinistra Serfogli (49%) quando le sezioni scrutinate sono 30 su 86.

23.58 Primi verdetti dopo un’ora di spoglio. Il M5S conquista Avellino, Imola e Pomezia. Il centrodestra Terni e Massa. Il centrosinistra tiene Ancona e conquista Brindisi.

23.55 A Sondrio il centrodestra corre verso la vittoria. Marco Scaramellini è avanti con il 60,3% dopo che sono state scrutinate 5 sezioni su 21.

23.54 A Teramo grande recupero del candidato di centrosinistra D’Alberto. Con 23 sezioni scrutinate su 80 è davanti con il 51%.

23.55 A Pisa il centrodestra in vantaggio con il 51,33% sul centrosinistra con 10 sezioni su 86.

23.53 A Siena con 10 sezioni scrutinate su 50 è perfetta parità tra i due sfidanti di centrodestra e centrosinistra, rispettivamente De Mossi e Valentini.

23.49 Ad Imperia, l’ex ministro dei governi Berlusconi, Claudio Scajola, è davanti al candidato di centrodestra con il 51,3% dei voti dopo che sono state scrutinate 6 sezioni su 44.

23.47 A A Pomezia trionfa il M5S con il 69,8% contro il centrodestra, è una conferma per i grillini anche se con sindaco diverso (10 sezioni scrutinate su 49)

23.46 Il centrodestra è vicino alla conquista di Terni. Con 17 sezioni scrutinate su 129, Latini è davanti al candidato del M5S De Luca per 62,1 a 37,9%.

23.45 Ad Ancona, Mancinelli del centrosinistra corre verso la vittoria. Con 11 sezioni su 100 è al 62,3%

23.42 Ciampi è il nuovo sindaco di Avellino. Con 14 sezioni scrutinate su 72, il candidato pentastellato ha il 60,5% dei voti. Si conferma la forza dei Cinque Stelle al ballottaggio, soprattutto contro avversari di sinistra.

23.39 Il M5S potrebbe conquistare anche Imola. Dopo 6 sezioni scrutinate su 61, la candidata pentastellata Sangiorigi è davanti alla candidata di centrosinistra Cappello per 54,8 contro 45,52

23.36 A Massa e Pisa, feudi rossi, candidati di centrodestra avanti dopo 1 sezione scrutinata.

23.35 Altro momentaneo ribaltone anche a Brindisi dove Rossi del centrosinistra è davanti a Cavalera del centrodestra per 64,9% contro 35% (3 sezioni scrutinate su 80).

23.32 Cominciano ad arrivare i dati dalle prime sezioni scrutinate. Ad Avellino il candidato del M5S Ciampi è davanti con il 58,9% sul candidato di centrosinistra Pizza che ha il 41,1% (2 sezioni scrutinate su 72). Si tratta di un vero e proprio ribaltone. Al primo turno Pizza era avanti di 22 punti percentuali su Ciampi.

23.30 Affluenza in forte ribasso. Quando mancano ancora 23 Comuni all’appello, è attestata al 48,73% quasi 12 punti percentuali in meno rispetto al primo turno. Una bassa affluenza potrebbe favorire i candidati del centrosinistra

23.28 Il Pd resisterà all’assedio leghista in Toscana?

23.27 Interessante la partita che si gioca ad Imola dove per la prima volta la sinistra non ha vinto al primo turno. Sfida tutta al femminile tra Carmen Cappello (centrosinistra) e Manuela Sangiorni (M5S)

23.25 I Cinque Stelle si giocano la sfida del ballottaggio in tre capoluoghi di provincia: Avellino, Terni e Ragusa.

23.23 In 19 Comuni il M5S è arrivato terzo. Sarà interessante capire a chi andranno i loro voti: centrodestra, centrosinistra o astensione?

23.22 Il Pd attacca Matteo Salvini, colpevole secondo i dem di aver rotto il silenzio elettorale.

23.21 Ad Avellino il dato dell’affluenza si assesta intorno al 50%, mentre cinque anni fa, al ballottaggio tra Paolo Foti e Costantino Preziosi, la percentuale di affluenza fu del 53.92% dunque di ben 4 punti più bassa

23.00 E’ iniziato lo spoglio

22.50 Mancano 10 minuti all’inizio dello spoglio. Termometro Politico seguirà tutti i risultati in diretta live.


20.40 Affluenza alle ore 19: il dato si ferma al 33,38% (si riferisce a 67 comuni su 75: non tiene conto di quelli siciliani e del III Municipio di Roma); calo di 9 punti rispetto al primo turno.

12.57 Per concludere questa prima carrellata di affluenze, segnaliamo Viterbo (14,45%, in forte calo rispetto al primo turno); Terni (15,00%); Spoleto (15,09%); Massa (17,73%); Imola (20,73%); Fiumicino (14,30%) e Formia (20,32%).

12.51 Ragusa, unico Comune con vantaggio abbastanza delineato per il Movimento 5 Stelle, ha votato solo il 12,14% degli aventi diritto. A Siracusa, una percentuale ancora minore ha espresso il suo voto: lo ha fatto solo il  10,19% dell’elettorato.

Affluenza ore 12 ballottaggio elezioni comunali

12.48 La maglia rosa della partecipazione va a Oria, in provincia di Brindisi. Ha votato il 23,29% dell’elettorato (rispetto al 23,20% del primo turno). Seconda piazza per Pontecagnano Faiano, già segnalata pocanzi.

12.47 Calo drastico dell’affluenza anche nel Comune di Avellino, in calo di circa 6 punti. Ha votato, per ora, solo il 14,12% del censo elettorale.

12.44 Passando da un estremo all’altro, a Torre del Greco (Napoli) vota una sparuta minoranza: appena il 6,66% del censo elettorale e, per ora, maglia nera di questi ballottaggi. Affluenza in calo di ben 10 punti percentuale rispetto al primo turno.

12.42 Tra i Comuni più popolosi e con alta partecipazione, si segnala Pontecagnano Faiano (Salerno). Qui, ha votato il 21,40% degli aventi diritto. Al primo turno, aveva votato il 3% in più.

Ballottaggio elezioni comunali 2018: i dati

12.40 Sondrio, affluenza abbastanza elevata rispetto alla media ma in calo rispetto al primo turno. Il dato si ferma al 19,50%. Netto calo, invece,  a Teramo. Se nel primo turno superava la soglia dei 20 punti, l’affluenza scende – in questo dato parziale di mezzogiorno – al 15,41%.

12.36 Nell’unico Capoluogo di Regione al voto, Ancona, l’affluenza è decisamente in calo rispetto al primo turno. Si passa dal 17,63 al 14,24%.

12.33Pisa – altro Comune chiave della Toscana – ha votato il 20,84% degli aventi diritto, in leggero aumento rispetto ai dati parziali del primo turno.

12.24 Arrivano i dati di Siena, uno dei Comuni più importanti chiamati in questo secondo turno. L’affluenza si attesta al 19,45%, a fronte del 21,5% dell’affluenza parziale del primo turno.

12.05 A breve, i primi dati sull’affluenza. Grande attesa per i parziali di chi ha votato entro mezzogiorno.

10.00 Parte la diretta di TP sui ballottaggi di questa tornata di amministrative


Il primo turno si è svolto il 10 giugno; oggi, 2 milioni e 793mila elettori sono chiamati ai seggi per i ballottaggi che chiuderanno questa tornata di amministrative. Urne aperte dalle 7 alle 23 in 75 comuni, di cui 14 capoluoghi. In 29 è in vantaggio il centrodestra, il centrosinistra parte in testa in altri 20; il Movimento 5 Stelle ancora in corsa a Ragusa, Avellino e Terni. Si vota anche nel III municipio di Roma; pentastellati fuori dai giochi, elettori chiamati a scegliere tra Giovanni Caudo, ex assessore ai lavori pubblici del sindaco Marino, e il leghista Francesco Maria Bove.

Ballottaggio elezioni comunali 2018: risultati e affluenza in diretta – LIVE

Quindi, le sfide più attese andranno in scena a: Sondrio, Imperia, Pisa, Siena, Massa, Ancona, Terni, Teramo, Viterbo, Brindisi, Avellino, Messina, Siracusa e Ragusa.

Nel capoluogo lombardo, Marco Scaramellini del centrodestra, parte dal 46,8%, se la vedrà contro Nicola Giugni del centrosinistra fermatosi al 36,1% due domeniche fa. Nel capoluogo ligure, duello tutto interno al centrodestra: Claudio Scajola, in versione “civica”, contro Luca Lanteri, in passato suo “delfino”, candidato della coalizione Lega-Fi-FdI.

Centrosinistra chiamato a una conferma nei capoluoghi toscani: a Pisa il primo turno si è concluso con un sostanziale pareggio col centrodestra che è molto vicino, però, anche a Siena e Massa; ad Ancona, è arrivato a un passo dalla vittoria già al primo turno con Valeria Mancinelli (48%) che, adesso, dovrà battere solo il candidato del centrodestra Stefano Tombolini.

A Terni, il candidato di centrodestra Leonardo Latini parte in grosso vantaggio sull’esponente M5S Thomas De Luca. Stessa situazione per il Movimento ad Avellino (dove però è sfida M5S-centrosinistra); l’unica concreta possibilità di vittoria per i pentastellati a Ragusa, dove partono in vantaggio. Centrodestra contro Centrosinistra anche a Teramo, Brindisi e Siracusa. Invece, a Viterbo e Messina, i candidati di centrodestra duelleranno con candidati “civici”.

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da: