articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Visita fiscale Inps: esonero controllo orario con aspettativa e invalidità

Visita fiscale Inps: esonero controllo orario

Visita fiscale Inps: esonero controllo orario con aspettativa e invalidità.

Aspettativa e invalidità, l’orario della visita fiscale


Per quanto riguarda la visita fiscale Inps esiste un elenco di malattie per le quali è previsto l’esonero dal controllo orario. L’elenco non risulta flessibile ed è abbastanza categorico nella definizione delle patologie ammesse. In breve, non sono ammessi casi similari. Tali patologie esonerano dal controllo medico e dall’orario di reperibilità. Ciò significa che si può uscire di casa agli orari prestabiliti per la reperibilità delle visite mediche di controllo. Quello che invece non si può fare è praticare attività che possano rallentare la guarigione e quindi ritardare il rientro a lavoro. Quest’ultima sarebbe una condotta che potrebbe portare al licenziamento, perché andrebbe a incrinare il rapporto di fiducia con il datore di lavoro, il quale sarebbe così legittimato ad allontanare il lavoratore.

Visita fiscale Inps: casi di esonero

Come stabilito dal decreto Madia, esistono alcuni casi di esonero dalla visita fiscale Inps. Tale casistica comprende i seguenti elementi.

  • Patologie gravi richiedenti terapie salvavita;
  • Causa di servizio riconosciuta che abbia dato luogo all’ascrivibilità della menomazione unica o plurima alle patologie rientranti nella Tabella E del DPR n. 834/1981;
  • Stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta pari o superiore al 67%.

Per ciò che concerne le terapie salvavita relative alla cura di patologie gravi, bisognerà presentare apposita documentazione rilasciata dalle strutture sanitarie; certificanti la patologia grave e la relativa terapia salvavita.

Visite fiscali durante le ferie: chi rischia i controlli.

Visita fiscale Inps: elenco stati patologici

Nell’allegato n. 2 della circolare Inps n. 95/2016 sono pubblicati gli elenchi di tutte le patologie e delle situazioni di invalidità che esonerano i soggetti dalla visita fiscale Inps.

  • Sindromi vascolari acute con interessamento sistemico;
  • Emorragie severe / Infarti d’organo;
  • Coagulazione intravascolare disseminata;
  • Condizioni di shock – Stati vegetativi di qualsiasi etiologia;
  • Insufficienza renale acuta;
  • Insufficienza respiratoria acuta anche su base infettiva;
  • Cirrosi epatica nelle fasi di scompenso acuto;
  • Insufficienza miocardica acuta su base elettrica/ischemica/meccanica e versamenti pericardici;
  • Gravi infezioni sistemiche fra cui Aids conclamato;
  • Intossicazioni acute a interessamento sistemico anche di natura professionale o infortunistica non Inail;
  • Ipertensione liquorale endocranica acuta;
  • Malattie dismetaboliche in fase di scompenso acuto;
  • Malattie psichiatriche in fase di scompenso acuto e/o in TSO;
  • Neoplasie maligne in
    • Trattamento chirurgico neoadiuvante;
    • Chemioterapico antiblastico e/o sue complicanze;
    • Trattamento radioterapico.
  • Sindrome maligna da neurolettici;
  • Trapianti di organi vitali;
  • Altre malattie acute con compromissione sistemica per il solo periodo convalescienziale;
  • Quadri sindromici a compromissione severa sistemica secondari a terapie o trattamenti diversi.

Visita fiscale Inps: casi di esonero in aspettativa?

L’esonero dalla visita fiscale Inps funziona anche nei casi di aspettativa non retribuita. In questi periodi infatti la rinuncia è non solo nei confronti dello stipendio, ma anche nei riguardi dei contributi Inps. Pertanto non è necessaria visita fiscale Inps. In questo caso è quindi sufficiente soltanto il certificato medico che attesta la veridicità dei problemi di salute. Invero, sulla questione ci sono ancora alcuni dubbi e incertezze. Tuttavia, l’interpretazione più diffusa vira verso un esonero dalla visita fiscale Inps quando si è in aspettativa non retribuita.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: giovedì, 30 Agosto 2018