Pubblicato il 02/05/2019

Busta paga: rimborso chilometrico ACI, tabelle 2019 e a chi spetta

autore: Daniele Sforza
Busta paga rimborso chilometrico ACI tabelle 2019
Busta paga: rimborso chilometrico ACI, tabelle 2019 e a chi spetta

Tabelle rimborso chilometrico ACI


Il lavoratore dipendente che utilizza la propria auto per svolgere l’attività professionale per conto dell’azienda si vede riconosciuto il rimborso chilometrico ACI in busta paga. Il calcolo delle spese da restituire in busta paga sotto forma di rimborso si basa sulle tabelle ACI 2019, attualmente già disponibili. Naturalmente, per ottenere il rimborso sarà necessario presentare apposita documentazione che attesti la trasferta. Il rimborso chilometrico ACI è un’indennità non tassabile, essendo un rimborso effettuato dall’azienda. Le tabelle ACI 2019 rappresentano una base importante anche per quei lavoratori autonomi e per i parasubordinati che hanno bisogno di documentare le spese relative alle proprie trasferte al fine di ottenere il rimborso dovuto.

Busta paga: rimborso chilometrico ACI, come funzionano le tabelle

Le Tabelle ACI 2019 risultano dunque uno strumento di calcolo importante per quantificare l’entità del rimborso. Tale sistema di calcolo si basa su dei parametri fondamentali legati alla tipologia del veicolo, nonché al modello dello stesso e al tipo di alimentazione (benzina, diesel, gpl, etc.). Una volta ottenuto il risultato, questo andrà comparato con il valore chilometrico illustrato nelle tabelle ACI e infine moltiplicato per il numero di chilometri percorsi. Il valore chilometrico è dato anche dal costo del carburante e dalle spese di gestione del veicolo, relativamente al bollo, all’assicurazione e alla eventuale manutenzione. Per quanto riguarda il costo del carburante, risultando difficile stabilire un parametro universale, vista la differente applicazione dei prezzi, prende come riferimento i prezzi del carburante indicati dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) e da Metanauto.

Il discorso cambia nel caso di utilizzo di auto aziendali. Ciò avviene quando un’azienda mette a disposizione dei propri dipendenti delle auto aziendali, utili a svolgere l’attività lavorativa. Naturalmente in questo caso nessun compenso/rimborso sarà erogato in busta paga, fatta eccezione per le spese di cui si è caricato il dipendente, come possono essere il carburante o i pedaggi autostradali. Nelle tabelle ACI, infatti, trova spazio anche una voce relativa a questo argomento, finalizzata alla determinazione del cosiddetto fringe benefit.

In ogni caso le aziende possono scaricare il costo dell’auto per le spese legate alla manutenzione, al costo dell’assicurazione e del bollo auto, ma solo fino a un certo limite (20%) e previa documentazione.

Busta paga: rimborso chilometrico ACI, tabelle 2019

Le tabelle ACI 2019 sono entrate in vigore a partire dal 1° gennaio e risultano dunque già disponibili in Gazzetta Ufficiale. Per consultare, bisognerà aprire la GU Serie Generale n. 295 del 20 dicembre 2018 (Suppl. Ordinario n. 57). E consultare il capitolo riguardante le “Tabelle nazionali dei costi chilometrici di esercizio di autovetture e motocicli elaborate dall’ACI – Articolo 3, comma 1, del decreto legislativo 2 settembre 1997, n. 314”.

Le Tabelle ACI 2019 sono consultabili anche sul sito dell’ACI stessa, al quale bisognerà essere registrati, tramite apposita funzione online. Come si legge sulla pagina di riferimento, “Il servizio permette di calcolare i costi chilometrici necessari per quantificare l’importo dei rimborsi spettanti dipendenti o professionisti che utilizzano il proprio veicolo svolgendo attività a favore del datore di lavoro”. Tramite questo servizio sarà quindi possibile consultare i seguenti elementi.

  • Il valore del costo chilometrico relativo ai singoli modelli di autovettura, motociclo, ciclomotore, fuoristrada, autofurgone (dal 2016);
  • Il valore del costo chilometrico relativo ai singoli modelli di autocarro (dal 2012);
  • Prezzo dei carburanti (dal 2000);
  • Limiti di deducibilità fiscale dal reddito d’impresa delle spese di trasferta (dal 2000).

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →