Sondaggi elettorali Euromedia-Piepoli: litigare non fa bene a Lega e M5S

Pubblicato il 6 Maggio 2019 alle 08:13 Autore: Andrea Turco

Sondaggi elettorali. Secondo l’ultima rilevazione Euromedia-Piepoli, Lega e M5S pagano le continue discussioni interne alla maggioranza di governo

Sondaggi elettorali Euromedia-Piepoli: litigare non fa bene a Lega e M5S
Sondaggi elettorali Euromedia-Piepoli: litigare non fa bene a Lega e M5S

Gli scontri politici sempre più aspri tra Lega e Movimento 5 Stelle sono da ricondurre a semplici schermaglie elettorali in vista delle elezioni europee del 26 maggio. A sostenerlo è la maggioranza degli italiani (tra il 51% e il 59,3%) intervistati da Euromedia e Piepoli in un sondaggio congiunto andato in onda il 2 maggio a Porta a Porta.

Litigare però non fa bene ai due contraenti del governo Conte. Secondo i due istituti, sia pentastellati che leghisti a furia di discutere stanno perdendo voti. La Lega, per Euromedia, perde, rispetto alla precedente rilevazione, lo 0,6% e cala al 32,4%. Piepoli invece sonda il Carroccio stabile al 31%. Il Movimento 5 Stelle è dato in calo da entrambi gli istituti, rispettivamente al 20,6% (Euromedia) e al 22% (Piepoli).

Il Pd rimane dietro ma recupera sui Cinque Stelle. Euromedia e Piepoli sondano i dem in crescita tra il 20,3 e il 20,5%. I due istituti divergono sullo stato di salute di Forza Italia anche se i valori si equivalgono. Euromedia dà il partito di Berlusconi in leggera crescita (+0,1) al 10,3% mentre Piepoli lo dà in calo dello 0,5 al 10%. Fratelli d’Italia è invece sondata tra il 5,3 e il 5,5%. Nel centrosinistra, tra i partiti minori, solo Più Europa si avvicina alla soglia di sbarramento imposta per le Europee al 4%. La lista, che comprende anche Italia in Comune e Pde, è sondata tra il 3,5 e il 3,8%. Lontani dalla meta sia Europa Verde (tra l’1 e l’1,4%) che la lista di Sinistra (tra l’1,5 e il 2%).

Sondaggi elettorali Euromedia-Piepoli: Lega e M5S, che fare?

Come scrivevamo all’inizio, Lega e Movimento 5 Stelle sono ai ferri corti. Il rischio divorzio è altissimo ma ancora non concreto. Il futuro è nebuloso. E così Piepoli ed Euromedia hanno provato a chiedere agli italiani cosa, secondo loro, dovrebbero fare Lega e Movimento 5 Stelle. Per la maggioranza relativa degli intervistati (tra il 44 e il 44,8%), i pentatellati dovrebbero rimanere alleati con la Lega e continuare la collaborazione di governo. Solo una minoranza (tra il 23 e il 23,6%), accarezzerebbe l’ipotesi di un accordo tra M5S e Pd. Dall’altra parte, il 42/43,4% degli intervistati, consiglia la Lega di tornare ad allearsi con Forza Italia e il resto del centrodestra. Il 37/39% degli italiani, invece, invita la Lega ad andare avanti con i Cinque Stelle.

Sondaggi elettorali Euromedia-Piepoli: castrazione chimica, italiani favorevoli

Spazio infine ad un tema tornato in auge dopo lo stupro di Viterbo con protagonisti due esponenti di Casapound: la castrazione chimica per chi commette reati a sfondo sessuale. Favorevole a questa misura, voluta fortemente dalla Lega e osteggiata dal Movimento, è la maggioranza degli italiani (tra il 53 e il 59,5%).

ultimi sondaggi, sondaggi politici elettorali, media sondaggi
sondaggi elettorali euromedia piepoli, centrodestra
sondaggi elettorali euromedia piepoli, m5s
sondaggi elettorali euromedia piepoli, centrosinistra
sondaggi elettorali euromedia piepoli, sinistra

Sondaggi elettorali Euromedia-Piepoli: nota metodologica

Piepoli

Data o periodo in cui è stato realizzato il sondaggio: 30 maggio. Campione casuale rappresentativo della popolazione italiana maschi e femmine dai 18 anni in su, segmentato per sesso, età, Grandi Ripartizioni Geografiche e Ampiezza Centri proporzionalmente all’universo della popolazione italiana. Interviste complete metodologia C.A.T.I.: 354 interviste complete metodologia C.A.W.I.: 150 totale complete: 504 non rispondenti/rifiuti/fuori quota (C.A.T.I.): 6.762 totale contatti (C.A.T.I./C.A.W.I.): 7.266. margine di errore (con livello di confidenza 95%) su 504± 4.37%. Metodologia mista C.A.T.I./C.A.W.I.

Euromedia

Data o periodo in cui è stato realizzato il sondaggio: 30 maggio. Campione casuale nazionale rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne secondo genere, età, livello di scolarità, area geografica di residenza, dimensione del comune di residenza. (800 interviste): 800 intervistati (interviste valide) – numero dei non rispondenti/rifiuti all’intervista: 1.236 – totale contatti effettuati: 2.036. Il margine di errore relativo ai risultati del sondaggio (livello di rappresentatività del campione del 95%) è +/- 3.5% per i valori percentuali relativi al totale degli intervistati (800 casi). Interviste telefoniche – metodologia C.A.T.I.-C.A.M.I.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →