Elezioni regionali 2020: risultati e proiezioni in diretta. Lo spoglio LIVE

Pubblicato il 21 Settembre 2020 alle 17:00 Autore: Guglielmo Sano

Elezioni regionali 2020: quando saranno diffuse le proiezioni? Quando i risultati definiti? La diretta di Termometro Politico

Elezioni 2021: comunali e regionali dove e quando si vota

Elezioni regionali 2020: risultati e proiezioni in diretta. Lo spoglio LIVE

PER AGGIORNARE LA DIRETTA PREMI F5 O AGGIORNA LA PAGINA SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

19.05 Rimasto ben poco da scrivere per quanto riguarda i risultati di Referendum e Regionali:

Referendum – passa il Sì con una percentuale schiacciante, molto vicina a quella prevista dai sondaggi nelle scorse settimane. Il risultato non è mai stato in dubbio, nonostante gli Exit dessero il No molto più avanti, intorno al 40%. Traina il fronte dei favorevoli al taglio dei parlamentari il Meridione; da segnalare anche la forza del No nei centri delle più grandi città italiane. Dalle prime analisi, sembra che gli elettori abbiano rispettato le indicazioni dei propri partiti di appartenenza (a parte i Dem che sembrano aver votato più per il No).

Regionali – Anche qui poche sorprese rispetto alle previsioni della vigilia. Riconfermati i Presidenti di Regione Zaia (Veneto), Toti (Liguria), De Luca (Campania), Emiliano (Puglia), in Toscana rimane al governo il centrosinistra (come dal 1970 a questa parte) con Giani, invece, sempre il centrosinistra perde le Marche (che saranno governate per la prima volta in assoluto dal centrodestra guidato da Acquaroli). Quest’ultimo risultato, per quanto “storico”, era ampiamente atteso (tra l’altro, da sottolineare che il Pd è rimasto primo partito in regione). Altra affermazione “storica” quella della lista personale del Governatore veneto Zaia che supera abbondantemente (quasi trenta punti in più) quella della Lega, il suo partito: tuttavia, anche questa possibilità era stata prevista dai più noti istituti demoscopici.

18.52 Vince il Sì al Referendum sul taglio dei parlamentari con, in pratica, il 70% dei voti

18.50 La partita tra Centrodestra e Centrosinistra alle regionali è finita in pareggio: 3 a 3. Tre regioni vanno al Cdx (schieramento riconfermato in Liguria e Veneto, vittoria “storica” nelle Marche, regione sempre governato dal Csx) e altrettante vanno al Centrosinistra (nessun problema per Giani in Toscana, riconfermati senza troppe ansie Emiliano in Puglia e De Luca in Campania).

18.44 Nuova proiezione sulle Regionali in Puglia e Campania di Swg-La7. I candidati di centrodestra non riescono a scalzare i governatori uscenti Emiliano e De Luca

18.32 Proiezioni Rai-Opinio sul voto di lista in Toscana: Lega in calo rispetto alle Europee, tiene il Pd

18.29 Proiezioni Rai-Opinio sul voto di lista in Campania: rilevante il risultato di Italia Viva, al di sopra della percentuale accordatagli dai sondaggi a livello nazionale

18.26 Proiezioni Tecné sulle regionali in Puglia: il vantagio di Emiliano (Csx) su Fitto (cdx) sarebbe ormai incolmabile

18.22 Nonostante la sconfitta del proprio candidato Mangialardi, il Pd potrebbe rimanere il primo partito nelle Marche (con la Lega subito dietro).

18.17 Voti di lista in Liguria e Veneto (i 5 stelle potrebbero rimanere fuori dal Consiglio regionale)

18.15 Le ultime proiezioni Swg-La7 sulle regionali liguri

18.14 La mappa TP dell’affluenza alle Regionali in Veneto

18.12 Nuova proiezione Rai-Opinio su regionali campane e marchigiane

18.10 Nuova proiezione Swg-La7 sulle regionali marchigiane

18.05 La mappa TP dell’affluenza delle regionali pugliesi

18.00 Nuove proiezioni su regionali liguri e venete di Rai-Opinio:

17.52 Referendum: la mappa TP del voto per il Sì. Il voto a favore del taglio dei parlamentari si concentra in particolare al Sud.

17.50 Proiezioni Swg-La7 sulle regionali venete: Zaia incassa un trionfo da record e la sua lista personale prende più voti del suo partito, la Lega

17.45 Proiezioni Swg-La7 sulle regionali toscane: molto più netto il vantaggio del centrosinistra guidato da Giani sulla candidata di centrodestra Caccardi di quanto facessero pensare gli exit poll

17.35 Partita praticamente chiusa in Campania secondo le proiezioni Rai-Opinio

17.35 Il voto in base all’appartenenza partitica nell’analisi Tecné per Quarta Repubblica, programma Mediaset

17.25 Proiezioni Swg-La7 sulle regionali pugliesi e Campane. De Luca incassa la riconferma a mani basse, Emiliano verso la vittoria (senza renziani)

17.22 Proiezione Rai-Opinio sulle regionali marchigiane. Avanti nettamente il centrodestra

17.20 Proiezione sulle Regionali pugliesi Rai-Opinio. Emiliano (csx) in vantaggio su Fitto (cdx).

17.18 Grafico relativo all’affluenza per le Regionali in Liguria

17.16 Nuove proiezioni Rai-Opinio sulle regionali:

17.12 Referendum 2020: la mappa dell’affluenza (in corso di aggiornamento): interessante rilevare che il No è avanti in tutti i centri storici (“l’Italia delle Ztl”) delle maggiori città (Milano, Roma, Torino, Bologna).

17.10 Le proiezioni finora disponibili si Swg-La7 e Rai-Opinio sulle regionali:

17.00: Elezioni Regionali 2020: comincia la diretta TP!


Elezioni regionali 2020: chiuse le urne alle ore 15, comincia lo spoglio dei voti sul taglio dei parlamentari. Terminato questo, si procederà al conteggio delle schede riguardanti le Regionali. Quando si saranno diffuse le prime proiezioni? Quando si conosceranno i risultati definiti? La diretta di Termometro Politico.

Elezioni regionali 2020: quando comincia lo spoglio

Elezioni Regionali 2020: le urne chiuderanno alle ore 15 di oggi 21 settembre 2020. Subito dopo comincerà lo spoglio dei voti riguardanti il Referendum sul taglio dei parlamentari (Le ragioni del Sì e del No). Dunque, il conteggio delle schede riguardanti le regionali non comincerà prima del termine di quest’ultimo: si dovrà aspettare al massimo fino alle ore 18.  Invece, lo spoglio dei voti delle Comunali dovrà attendere fino alle ore 9 di domani, martedì 22 settembre 2020. D’altra parte, le prime proiezioni di voto (Swg per La7 e Consorzio Opinio per la Rai), non solo sul risultato del Referendum ma anche per quello delle regionali, dovrebbero arrivare poco dopo la chiusura delle urne.

Dove si vota? Le differenze

Elezioni Regionali 2020: sono ben 7 le Regioni in cui si voterà per il rinnovo del consiglio regionale e l’elezione del Governatore. Si tratta di Puglia, Campania, Veneto, Liguria, Toscana (le sfide regione per regione) e Valle D’Aosta. Nelle prime quattro il Presidente della Regione viene eletto direttamente dai cittadini e non è previsto ballottaggio (vince il candidato che prende più voti). Anche in Toscana si elegge direttamente il Governatore, tuttavia, se nessuno dei candidati supererà il 40% dei voti si andrà al secondo turno – coinvolgerà i due candidati più votati – tra il 4 e il 5 ottobre 2020. In Valle D’Aosta, regione a statuto speciale, il Governatore non viene eletto direttamente dai cittadini: si votano i consiglieri che poi indicheranno il Presidente della regione.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →