•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 12 ottobre, 2014

articolo scritto da:

Grillo: “Martedì andiamo a Genova a spalare il fango, Doria se ne vada”

Si è chiusa oggi #Italia5Stelle, la tre giorni al Circo Massimo organizzata dal Movimento 5 Stelle. Sul palco tutti i leader riconosciuti, a cominciare dal fondatore Beppe Grillo, che ha anche tenuto il comizio conclusivo. Al centro delle polemiche l’alluvione che ha colpito Genova, città natale dell’ex comico. “Martedì andremo là a spalare, anche perché i nostri parlamentari sono abituati a spalare merda in Parlamento. Domani non si può perché hanno dato Allerta 2, vuol dire che non è più il caso” ha detto Grillo.

Il leader dei cinque stelle ha poi attaccato la giunta di centrosinistra del capoluogo, prima colpevole, a suo dire, del disastro di questi giorni. Prima dell’intervento di Grillo sono saliti sul palco i due parlamentari più in vista, il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio e il deputato Alessandro Di Battista.

Quest’ultimo ha subito attaccato l’Unione europea: “Per salvare l’Europa non possiamo morire noi italiani – ha esordito – Il 44% che non ha votato alle europee noi dobbiamo andare a prenderlo davanti alle scuole, le fabbriche e non nei talk show. Ci vogliono atti significativi, di disobbedienza civile”.

m5s italia5stelle

È stata poi il turno di Di Maio, che per prima cosa ha attaccato la politica economica del governo: “Questo governo investe 43 miliardi in armamenti – dice – e solo due nella sicurezza del territorio”, riferendosi all’ultima tragedia di Genova, “noi non avremmo mai investito in armamenti”.

Arriva anche un pensiero per gli operai delle aziende italiane che rischiano il licenziamento: ”Salutate gli operai della Ast di Terni, che stanno perdendo il lavoro. Renzi e Guidi vi hanno abbandonato ma noi siamo con voi. Sono andati lì e hanno pregato i tedeschi di Thyssen di rimanere, noi invece gli avremmo detto ‘andatevene pure, tanto entriamo noi con il Fondo strategico nazionale e salviamo la fabbrica”.

Infine la frecciata a Renzi e al Pd: “Oggi ho letto sui giornali questa storia della leadership, della mia incoronazione. Sono false notizie. Se cercano queste cose qui vadano alla Festa dell’Unità, tutti lì cambiano le maschere ma le facce sono sempre le stesse. Vadano lì se vogliono e cercano un leader”.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

La colazione dei cavalieri

La colazione dei cavalieri

articolo scritto da:

Trackbacks

  1. […] Si è conclusa la tre giorni del MoVimento 5 Stelle al Circo Massimo con, come prevedibile, strascichi e polemiche. La festa, che sembrava dover essere una grandissima adunata in grande stile, sembra invece essere stato un mezzo flop per numero di partecipanti, almeno nella giornata di Venerdì, mentre per Sabato e Domenica, con l’arrivo dei pullman da tutta Italia, il numero di presenze è di molto aumentato. Numerose anche le polemiche, specialmente dai dissidenti, Pizzarotti in primis. […]

  2. […] Al Circo Massimo aveva dichiarato che sarebbe arrivato a Genova per sostenere le vittime dell’allu…, Grillo non ha però ricevuto una buona accoglienza:  alcune telecamere hanno ripreso Grillo per le vie del centro, ma il leader pentastellato ha invitato gli operatori ad allontanarsi. “Non sono qui per fare passerelle”, ha spiegato agli ‘angeli del fango’, un volontario gli ha risposto: “vuoi una pala, vieni a spalare”, mentre lui ha replicato: “ci sono già i parlamentari”. Ai volontari che gli dicevano “vieni qui invece di parlare”, ha risposto: “noi siamo dalla stessa parte”. […]

  3. […] si è chiesto il parere sul tono usato da Grillo nei tre giorni al Circo Massimo. Più della metà delle persone chiamate in causa non si è scandalizzata assolutamente per i modi […]