•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 13 ottobre, 2014

articolo scritto da:

Sondaggio Pew Research: Italia tra i Paesi più pessimisti per il futuro

La Pew Research, uno dei Think Thank americani di ricerca sociale non partisan più prestigiosi, svolge periodicamente anche sondaggi internazionali, per confrontare le tendenze e le opinioni in decine di Paesi diversi appartenenti sia all’occidente più ricco che ai Paesi emergenti o in via di sviluppo.

Nell’ultima ricerca è stata sondata l’idea del futuro che la popolazione dei vari Paesi ha, le opportunità, le possibilità di miglioramento, e i maggiori problemi soprattutto economici che sono un freno allo sviluppo.

Emerge un mondo molto diversificato, in cui le maggiori discrepanze sono proprio all’interno dei segmenti stessi che rappresentano i Paesi svilupati, o quelli emergenti e in sottosviluppo.

Piuttosto a colpire sono i trend comuni all’interno dei continenti, e si osserva subito come l’Europa sia quello più sfiduciato, anni luce dall’ottimismo asiatico:

Asia Optimistic about Children’s Future

Solo il 25% pensa che i bambini di oggi stranno economicamente meglio dei genitori, contro il 58% degli asiatici.

Tuttavia all’interno dell’Europa e in generale del mondo avanzato le differenze si fanno notare: l’Italia è in compagnia di Francia e Giappone (un Paese asiatico solo geograficamente in questo) nell’avere l’opinione peggiore del futuro dei giovani, solo circa il 15% pensa stranno meglio delle attuali generazioni. Anche peggio della Grecia, dove evidentemente qualcuno in più pensa che si è ormai toccato il fondo e si possa solo risalire.

Better Future for Next Generation?

Cina e Vietnam con il loro ottimismo sembrano appartenere a un altro pianeta.

C’è in effetti una chiave di lettura, e non troppo difficile da immaginare, ovvero il tasso di crescita dell’economia come vero e proprio spartiacque tra il mondo ottimista e quello pessimista. Naturalmente è un dato non correlato con il reddito procapite assoluto, anzi forse se una correlazione c’è è negativa, perchè quello che viene percepito in chi pensa al proprio futuro o a quello dei figli non è la situazione attuale, presa staticamente, ma come sta evolvendo. Ecco allora come vediamo nella prossima infografica che sono proprio i Paesi che hanno avuto la crescita minore nel 2008-2013, spesso negativa, quelli che sono più pessimisti come Italia, Grecia, Spagna, Francia, Giappone.

GDP Growth and Optimism about Children's Future

 

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

4 Commenti

  1. Amaya Wonder Ferrari ha scritto:

    Chissà perché???

  2. Manfredi Emmanuele Pizzigallo ha scritto:

    Ed è l’unico limite del paese

  3. Matteo Busoni ha scritto:

    Lo credo! Il PD governa da 20 anni!!!

  4. amaryllide1 ha scritto:

    com’è che col crollo della disoccupazione e la ripresa negli USA sono più pessimisti che in SPagna? Sarà mica che la “ripresa” è più farlocca di una banconota da 3 euro?

Lascia un commento