•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 14 ottobre, 2014

articolo scritto da:

Sondaggio IPSOS: 50-60enne, del Sud e delle Isole, ecco chi percepisce di più la crisi

IPSOS ha realizzato a luglio e pubblicato ora un sondaggio CAWI (via internet) per il Tavolo Tematico “Consumatore Consapevole” di IPSOS stesso, e come premessa all’analisi dei consumi non può mancare una diagnosi delle motivazioni che portano a consumare più, meno o in modo diverso. E una delle variabili principe è sicuramente la crisi economica.

 

IPSOS si rivolge alla popolazione attiva tra i 18 e i 50 anni e chiede come la propria situazione economica sia cambiata rispetto all’anno precedente, e i risultati sono i seguenti:

sit economica

Che al Sud e nelle Isole ci sia il maggiore disagio, con una percentuale doppia in queste ultime che lamenta una situazione molto meno sicura rispetto al Nord, non meraviglia, quanto piuttosto i dati sull’età: sono le persone tra i 40 e i 60 anni quelle a lamentare maggiormente un peggioramento. IPSOS lo attribuice a una maggiore consapevolezza, ma non possiamo non pensare che diverso è il panorama in cui si è cresciuti: il 30enne in un certo senso è più assuefato alla crisi, non ha mai vissuto periodi di espansone economica e di sicurezza, ed è più portato a considerare normale la permanenza per esempio in una situazione di precariato. Per le persone oltre i 40-45anni il periodo che stiamo vivendo invece rappresenta in modo spesso scioccante una grande cesura con il passato.

IPSOS chiede poi se si conosce qualcuno che è stato licenziato o ha peggiorato le proprie condizioni economiche e lavorative nell’ultimo anno, e ben il 69% del campione risponde di , in particolare il 32% conosce qualcuno che è stato licenziato. Qui le risposte sono un po’ più omogenee geograficamente, ma spiccano i dati del Sud sui licenziamenti (40% di conoscenza) e delle donne, che paiono essere più in contatto con situazioni difficili o forse sono più attente e consapevoli

qualcuno licenziato

Nelle Isole è anche maggiore la quota di persone che è stata supportata da amici e parenti

Infine IPSOS chiede l’impatto sui consumi, che sono il centro della ricerca, e una maggioranza relativa ha infatti diminuito gli acquisti per la famiglia e il 78% per sè.

Come è facile immaginare vi sono differenze per età e geografia e sono i 50enni coloro che hanno diminuito maggiormente le spese familiari, forse abituati più dei 30enni ad un certo tenore di vita non più sostenibile. E per le spese personali ancora di più hanno risparmiato le donne, ben l’83%.

spesa familiare

Vedremo in seguito come in particolare cambiano i consumi e l’approccio degli italiani, va sottolineato che questi dati non trasmettono la realtà esatta, ma la percezione che i cittadini ne hano anche risetto al passato, ma proprio per questo è interessante osservarli, per capire anche la psicologia della crisi sui diversi segmenti di età e aree geografiche

 

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

La colazione dei cavalieri

La colazione dei cavalieri

articolo scritto da: