•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 4 marzo, 2014

articolo scritto da:

Haiti, chi sono i responsabili dell’epidemia di colera?

Secondo l’ONU, l’epidemia di colera a Haiti sta iniziando a diminuire. L’epidemia ha avuto inizio verso la fine del mese di ottobre 2010, nella regione Saint-Marc (distante circa 100 km dalla capitale Port-au-Prince), e finora si sono registrati 650’000 casi, di cui oltre 8’000 mortali. Si tratta di cifre preoccupanti, ma è bene ricordare quanto fatto finora dalle organizzazioni umanitarie, che continuano a intensificare i trattamenti e le misure di prevenzione, nonostante la situazione di povertà profonda e di instabilità politica.

Il colera a Haiti è ormai diventato una malattia endemica e, pertanto, il principale obiettivo è il contenimento della diffusione della malattia. Le agenzie umanitarie cercano di evitare che l’epidemia si diffonda, soprattutto nei centri urbani, e assieme al governo s’impegnano per la riabilitazione delle infrastrutture dedicate alla distribuzione di acqua e servizi igienici, implementando delle campagne di informazione pubblica per la prevenzione e la cura del colera.

Nel frattempo, i rappresentanti legali delle vittime dell’epidemia hanno depositato denuncia presso un tribunale di New York contro l’ONU poiché l’infezione si sarebbe diffusa a causa di una base di militari nepalesi dell’ONU, accampati nella città di Mirebalais presso un fiume usato dai peacekeeper come scarico fognario. Per ogni persona deceduta i legali chiedono una compensazione di 100’000 dollari, 50’000 per ciascuna delle persone che hanno contratto la malattia. L’ONU non ha mai riconosciuto la responsabilità per l’epidemia, sostenendo che è impossibile individuare l’origine esatta della malattia.

Nella sua recente relazione, il Presidente della Comisión Colombiana de Juristas (CCJ) ed esperto indipendente di diritti umani per l’ONU a Haiti, Gustavo Gallón Giraldo, ha sollecitato l’ONU a far luce su ciò che è realmente accaduto e punire i responsabili, chiunque essi siano. Per un secolo prima del 2010, nessuna epidemia del genere era stata registrata a Haiti mentre, in Nepal, il colera continua a uccidere quasi 1’000 persone ogni anno.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

Lascia un commento