•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 8 gennaio, 2015

articolo scritto da:

Francia, esperto Cia: possibile ‘secondo atto’ dopo Charlie

Strage Charlie Hebdo in Francia: la ricerca dei killer non ha ancora dato i risultati sperati. Oltre al dibattito animato cresce in Francia il timore di un secondo atto ed in una Parigi i cui accessi sono blindati da ore sale la preoccupazione.

Addirittura c’è chi pensa che i terroristi che hanno assaltato la redazione parigina di Charlie Hebdo possano probabilmente pianificato un ‘secondo atto’ con cui dare seguito alla strage compiuta ieri.

A immaginarlo è Michael Scheuer, un ex agente della Cia che tra il 1996 e il 1999 fu a capo del team che dava la caccia a Osama Bin Laden.

Il fatto che gli assalitori abbiano agito mascherati e abbiano pianificato la propria fuga, spiega Scheuer in un’intervista al Telegraph, suggerisce che la loro missione non doveva concludersi con la strage e potrebbe essere accompagnata da un video propagandistico nel quale i terroristi intenderebbero celebrare il loro successo.

“Non erano degli attentatori suicidi, dato che indossavano maschere e guanti -dice l’ex agente Cia- potrebbe esserci una seconda parte. Se questa sia un altro attacco o un video, non lo so”.

charlie hebdo

I tre sospettati al momento sono i fratelli franco-algerini Said e Cherif Kouachi, di 34 e 32 anni, recentemente tornati dalla Siria, e il 18enne Hamyd Mourad.

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

Lascia un commento