•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 6 febbraio, 2015

articolo scritto da:

Riforme, Chiamparino rilancia le macroregioni

dimissioni napolitano chiamparino

Costruire un processo di riforma degli enti locali che porti alla fine ad avere in Italia “una ventina di macroaree” partendo però non dai confini delle Regioni ma dall’aggregazione delle loro funzioni. Con l’obiettivo di “creare entità programmatori che sono al massimo convenzioni tra le regioni esistenti. E se poi funziona questa può diventare la base per parlare anche di confini e di macroregioni”. Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università del Piemonte orientale questa mattina a Vercelli.

“Alla coraggiosa riforma istituzionale in corso in Italia – ha aggiunto Chiamparino – deve corrispondere una riforma altrettanto coraggiosa degli enti locali. Occorre costruire dei processi di cooperazione interregionale per far recuperare alle Regioni il ruolo di indirizzo e programmazione che hanno storicamente avuto fin dai loro esordi. In modo casi le Regioni hanno trasferito in periferia molti vizi e sono diventate delle Repubblichette centralistiche che distribuiscono mille euro a destra e a manca. E questo non va bene”.

prove-di-macroregioni

“Occorre creare delle aree pluriregionali – ha aggiunto Chiamparino – che siano un luogo di aggregazione e progettazione. Gli ambiti di questa collaborazione – ha specificato – sono molti: trasporti, ambiente, fondi europei e la stessa sanità”. Per Chiamparino questo processo va realizzato “senza costruire nuove strutture e può diventare il primo passo verso aggregazioni future più strutturate. Per creare queste nuove entità programmatorie – ha ancora aggiunto Chiamparino – che siano al massimo convenzioni tra le regioni esistenti, sarebbe auspicabile che si potesse decostituzionalizzare il processo di aggregazione delle Regioni. Messo in questi termini, infatti, tale percorso non bloccherebbe il processo delle riforme”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

2 comments
Pierfrancesco Catapano
Pierfrancesco Catapano

ma se prendiamo per culo i legaioli da 30 anni per sta cosa, mi spiegate perchè dargli ragione adesso?

Trevisani Giuseppe
Trevisani Giuseppe

Sono d'accordo, spingiamo in questo senso per risparmiare sui costi esorbitanti di un regionalismo becero e incontinente, riduciamole a 13 o 12 e facciamo la repubblica federale sulla falsa riga dei lander tedeschi!!