•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 11 febbraio, 2015

articolo scritto da:

Il Senato approva il Ddl contro il negazionismo

Nazisti

Palazzo Madama dà il disco verde al disegno di legge sul negazionismo, presentato dalla senatrice democratica Silvana Amati. Il provvedimento passa con 234 voti favorevoli, 8 astenuti e 3 contrari ed andrà, ora, all’esame della Camera dei Deputati. Il disegno di legge, che modifica l’articolo 3 della legge 654 del 1975, che ha ratificato e posto in esecuzione la Convenzione di New York del 1966, punisce con “la reclusione fino a tre anni e con la multa fino a 10.000 euro” l’apologia e la negazione di tre fattispecie di crimini previsti dallo Statuto della Corte penale internazionale: genocidio, crimini contro l’umanità e crimini di guerra.

Prevenzione nelle scuole

La norma si applica anche nei confronti di chi “propaganda idee, distribuisce, divulga o pubblicizza materiale o informazioni, con qualsiasi mezzo, anche telematico, fondati sulla superiorità dell’odio razziale, etnico o religioso” o chi incita, fa propaganda o commette discriminazioni “con particolare riferimento alla violenza e al terrorismo”. Due ordini del giorno, poi, sono stati accolti come raccomandazioni. Il senatore grillino Airola, infatti, ha chiesto che il governo impartisca direttive affinché le scuole approfondiscano i crimini di guerra e i genocidi nel XX secolo, mentre la senatrice leghista Erika Stefani ha particolarmente insistito sul caso delle Foibe.

Altrettanto soddisfatte, poi, sono le comunità ebraiche, che hanno plaudito al provvedimento. Il presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Gattegna ha affermato che il ddl oggi licenziato da Palazzo Madama “costituisce un baluardo della difesa della libertà di tutti, mirato a colpire i falsari che tentano di negare la Shoah, di offenderne le vittime e di colpire chi difende il valore universale della Memoria”.

Riccardo Pacifici, presidente della Comunità ebraica di Roma, invece, all’Adnkronos ha parlato di un “evento importante per il passato e per il futuro” sottolineando che “l’Italia è il 15° Paese che prende la strada segnata dal protocollo di Budapest” e l’Europa “non è solo moneta unica e parametri, ma c’è anche per questi valori comuni”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

50 comments
Eugenio Exana
Eugenio Exana

Ripeto non lo si nega. La differenza la fanno i numeri.

Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

Perché che differenza fa? C'era bisogno di rimarcarlo?

Angela Pagliaro
Angela Pagliaro

D'accordissimo, perché solo ricordando il passato si evita di fare gli stessi errori .

Gran Salento
Gran Salento

e i negazionisti delle FOIBE? e i negazionisti delle STRAGI pre e post unità d'Italia? Italietta cattocomunista ipocrita e bastarda.

Johnny Lee
Johnny Lee

E chi nega i danni del comunismo? L'ergastolo? Mah

Nicola Ceroni
Nicola Ceroni

A iniziare a infoibare gli slavi sono stati i fascisti Italiani quindi li considero i reali responsabili....comunque è giusto ricordare i morti nelle foibe Italiani e stranieri

Franco Lo Vecchio
Franco Lo Vecchio

Era l'ora! Cosa ci aspettavano? Finalmente una legge giusta. Ma che l'applichino!

Fabrizio Isidori
Fabrizio Isidori

Certo! Io odio ogni forma di estremismo di destra e di sinistra.

Alberto Olki
Alberto Olki

vai e chiedi ai muslim, se negano applicate la legge!\U0001f608

Roberto Ballabeni
Roberto Ballabeni

Bravo mario SPinelli; concordo con te. Le leggi andrebbero applicate, però!

Massimo Pighetti
Massimo Pighetti

se invece di negare dovessero dire che i tedeschi hanno fatto bene la pena non c'è

Massimo Pighetti
Massimo Pighetti

non sono d'accordo...mi sembra fascista vietare ad un coglione di parlare...siete dei coglioni

Matteo Quercia
Matteo Quercia

Certamente si 3 anni sono pochi 6 il prezzo giusto.

Liviana Genzo
Liviana Genzo

.non l'esistenza delle foibe,ma chi è stato buttato e da chi...

Alan Ford
Alan Ford

E chi ha mai negato l'esistenza delle foibe...

Antonio Galati
Antonio Galati

E a chi NEGA LE FOIBE? Gli date un premio Nobel?

Fabrizio Isidori
Fabrizio Isidori

Tutti i negazionismi vanno condannati. Chi nega la storia è sempre e solo un idiota indipendentemente che sia di destra o di sinistra.

Fabrizio Isidori
Fabrizio Isidori

Era ora! Ora è sempre abbasso il nazismo ed il fascismo!

Orlando Cervoni
Orlando Cervoni

In generale si associa, questo crimine, all'apologia di reato per il fascismo. va bene la legge, così si sommano le condanne e chi pensa di seminare odi e distruzioni, intanto che c'è la democrazia, se ne va in galera.

Matteo Maitiú Rinaldi
Matteo Maitiú Rinaldi

No. Non sono un negazionista, ma la libertà di parola deve essere totale nei limiti della legge (diffamazione, calunnia ecc). Se si nega il negazionismo, si può anche negare qualunque altra espressione di pensiero su qualunque altro fatto storico, politico, di attualità. Non avremmo la lotta alla mafia, per dirne una, perché "la mafia non esiste!" (ve lo ricordate?). Grandissima cazzata che alimenta soltanto di più l'odio e l'astio. Tipica soluzione all'Italiana: nessun tentativo di istruire e consapevolizzare la società. IN questo modo non si diventa persone migliori, solo persone più stupide che non capiscono alcun perché.

Michelangelo Turrini
Michelangelo Turrini

vale anche per quelli che negano le Foibe? O ci sono come al solito morti di serie A e morti di serie B?

Liviana Genzo
Liviana Genzo

anche il negazionismo delle foibe, tutti santi i partigiani...

Antonio Rossi
Antonio Rossi

Quando non sanno cosa fare promulgono una legge che già la costituzione prevede dal 1948.

Antonio Rossi
Antonio Rossi

Che meraviglia fosse stato stampato come facevono contro gli Ebrewi

Gerry Preziosi
Gerry Preziosi

Dovrebbero prendere la stessa pena anche chi nega di aver frodato il fisco e gli italiani in aggiunta al reato di esportazione di capitali, oltre alla truffa nei confronti della nazione.

Cesare Erri
Cesare Erri

ma non basterebbe sanzionare il reato di APOLOGIA DEL FASCISMO???

Paolo Poio Sabbioni
Paolo Poio Sabbioni

Ma non sarebbe una limitazione alla libertà di opinione? vale a dire gli stermini di massa sono un fatto ma uno sarebbe teoricamente libero di non crederci e provare a dimostrare il contrario (poi è chiaro che non ci riuscirebbe ma cmq può provarci). Dopo non sto criticando la legge ma il metodo, da dire "non puoi negare la shoh" a dire "non puoi criticare le idee che promulghiamo" credo che il passo sia breve!

Mario Spinelli
Mario Spinelli

Assolutamente! Anche se poi, sarà inapplicato come il reato di apologia del fascismo.... Purtroppo siamo in Italia...

Valeria Nari
Valeria Nari

Era ora si tappasse la bocca a questi imbecilli che non sanno di cosa parlano ,e dovrebbero impedirgli di fare manifestazioni ,fanno male a tutti

Mario Lanata
Mario Lanata

Giusto.... serve un elenco dei genocidi, per non sbagliare e incorrere in errore