•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 26 marzo, 2015

articolo scritto da:

Legge elettorale, Renzi accelera sull’Italicum Guerini conferma “Entro le elezioni regionali”

L’intenzione di Renzi e del Pd, almeno della sua maggioranza, sembra essere quella di approvare la nuova legge elettorale, l’Italicum, prima del prossimo turno di elezioni amministrative e regionali.

Nonostante gli appelli della minoranza del Pd che chiede ulteriori modifiche o momenti specifici dove approfondire il tema riforme, Renzi e il gruppo dirigente non vogliono che si possa rallentare il percorso verso l’approvazione delle riforme.

Italicum, Guerini “Già modificato al Senato”

“Un conclave sulle riforme? No, guardi: abbiamo discusso a lungo, per mesi. Continueremo a farlo nelle sedi opportune, come la direzione e i gruppi. Altre soluzioni sono sbagliate. Anzi, inutili”. Così il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini in un’intervista a Repubblica. “La legge elettorale l’abbiamo già modificata insieme, al Senato. Abbiamo dialogato e raccolto gli spunti della minoranza: sulle soglie, sul rapporto tra eletti ed elettori, sull’accesso al premio di maggioranza. Il risultato è stato un testo equilibrato, frutto dell’accordo nella maggioranza”.

“Arriva un momento in cui si decide”

“Arriva un momento in cui si decide. Continuando a legare il ddl Boschi all’Italicum, spostando sempre l’asticella rischiamo di non arrivare mai a una conclusione”. L’obiettivo del via libera all’Italicum prima delle Regionali “significa semplicemente che la legge elettorale è tra le nostre priorità. Non a caso ne discuteremo lunedì”.

“Sarebbero pazzi coloro i quali nel Pd immaginassero iniziative per contrastare il governo guidato dal segretario del partito di cui fanno parte. Non sarebbero in linea con i nostri elettori e militanti, oltre che con gli interessi del Paese”.

Riforma Rai, Cuperlo (Pd) “Quanta fretta”

L’esponente della minoranza del Pd Gianni Cuperlo concentra la sua attenzione sulla riforma della Rai e commenta: “quanta fretta” da parte del governo e invece servirebbe aprire un fronte anche sulla Rai dove c’è bisogno di “un diaframma tra governo e consiglio di amministrazione”.

Gianni Cuperlo parla a Repubblica della riforma del servizio pubblico. “Non vogliamo certo sabotarlo – spiega il leader di Sinistra Dem – ma portare il nostro contributo. La Rai è un’azienda particolare, che ha un’influenza forte sulla politica: proprio per questo, bisogna mettere più distanza possibile tra i partiti e la scelta dei vertici”.

 

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

1 Commento

  1. Giorgio Virotta ha scritto:

    CRIC & CROC

Lascia un commento